1679 – 2017, Gavignano rinnova il voto alla “Madre delle Grazie”

Views
   

1679 – 2017, Gavignano rinnova il voto alla “Madre delle Grazie”

Come ogni anno da 338 anni, Gavignano si prepara a rinnovare il culto alla Madre di Dio sotto il titolo di  “Madonna delle Grazie”.  Nell’estate del 1678 una grave pestilenza colpì la popolazione causando tantissimi morti. I Gavignanesi quale ultimo atto, oramai rassegnati, si rivolsero al quadro di legno della Madonna delle Grazie invocando aiuto e protezione. La supplica fu esaudita il 3 Ottobre del 1679, il contagio improvvisamente cessò. La popolazione, riunita dinnanzi all’immagine della Beata Vergine nella Chiesa di San Rocco, pronunciò il solenne voto di celebrare il 3 Ottobre di ogni anno la festa della Madonna, invocata con il significativo titolo “Madre delle Grazie”.

La data del 3 ottobre 2017 si avvicina e i preparativi fervono, il paese è in agitazione eppure sono quasi 350 anni che si ripete il rito, ma è sempre come se fosse il primo anno. Troppo il sentimento di gratitudine che intere generazioni si sono tramandate di padre in figlio. L’emozione è palpabile nel piccolo paese, le donne preparano i balconi con stoffe preziose dei colori della Madonna, il bianco e l’azzurro e con centinaia di piccole luci bianche e colorate che adornano i vicoli.

Gavignano si ferma e si trasforma  in un coro religioso unico nel suo genere, sembra che il tempo si fermi. Il sottofondo della banda musicale viene spesso interrotto da  “Evviva Maria Santissima”, questa è la frase che tutti echeggiano in chiesa e durante la processione. Molto suggestivo è il momento in cui la statua della Madonna delle Grazie, scende dall’altare della chiesa verso i fedeli, scivolando su due robusti assi di legno, sapientemente posizionati. Subito dopo inizia la processione seguita da migliaia di fedeli che accorrono numerosi da tutti i paesi limitrofi, da Roma e da tante altre parti d’Italia. Prima dell’inizio della processione, quando oramai la statua è sulle spalle dei fedeli che la trasporteranno, molti sono quelli che si avvicinano alla statua della Madonna con gli occhi lucidi, la accarezzano e le donano oggetti cari, in segno di riconoscenza.

Il momento religioso termina con i fuochi d’artificio che illuminano a festa tutta Gavignano.

Le date e gli orari

30 settembre  – ore 21.00

preghiera davanti a Maria Santissima delle Grazie

2 ottobre ore 09.30

traslazione di Maria Santissima dal Santuario alla chiesa Parrocchiale

ore 21.00 solenne processione per le vie del Paese

3 ottobre ore 10.00

Festa di Maria – Santa Messa Pontificale con Vescovo

 

di Emanuela Ricci

Category: Cultura
Tags: