ABI Lab sperimenta la riconciliazione interbancaria domestica sulla piattaforma Corda di R3

Views

ABI Lab sta realizzando la prima sperimentazione sulla Distributed Ledger Technology (DLT) applicata alla spunta interbancaria, per semplificare e standardizzare questo processo di riconciliazione tra banche, usando la piattaforma Corda realizzata da R3. L’obiettivo è verificare le opportunità aperte dall’utilizzo di questa tecnologia innovativa per valutare possibili ulteriori applicazioni ai processi bancari nazionali e internazionali.

ABI Lab – il Centro di Ricerca e Innovazione dell’ABI composto da oltre 160 banche e 65 aziende di Information Technology – verificherà in particolare come l’applicazione di tecnologie DLT contribuisca a migliorare alcuni aspetti specifici dell’attuale operatività che possono provocare discrepanze complesse e costose da gestire per le banche. Tra queste, il tempo necessario a identificare transazioni non corrispondenti tra due banche; la mancanza di un processo standardizzato e di un protocollo di comunicazione unico; la limitata visibilità delle transazioni tra le parti. Nel progetto, ABI Lab sarà supportato da NTT Data, system integrator esperto in tematiche di Blockchain e DLT. Grazie a questa tecnologia, infatti, la piattaforma Corda è in grado di fornire un singolo record immutabile per ogni transazione, ottimizzando gli scambi fra banche e semplificando la gestione dei movimenti sospesi. Allo stesso tempo, Corda può facilitare il flusso di lavoro della riconciliazione, snellendo i processi tra le diverse organizzazioni e tra i diversi uffici all’interno della stessa banca, ottimizzando la qualità dei dati e migliorando la trasparenza.

Corda è una piattaforma DLT ispirata alla Blockchain e realizzata grazie alla stretta collaborazione con oltre 100 banche, istituzioni finanziarie, autorità di regolamentazione, associazioni di categoria, società di servizi professionali e società di tecnologia. La piattaforma consente alle banche di ottimizzare le transazioni operando direttamente grazie ai cosiddetti smart contract (contratti intelligenti) e, al contempo, garantisce i più alevati livelli di privacy e sicurezza.

“Questo progetto – ha detto Pierfrancesco Gaggi, Presidente di ABI Lab – semplificherà la sistemazione dei movimenti sospesi nei rapporti tra banche in termini di maggiore efficienza, trasparenza e velocità dei processi. Il successo di questa prima applicazione delle tecnologie DLT, inoltre, speriamo faccia da apripista a successivi ulteriori utilizzi, favorendo una maggiore conoscenza nel mondo bancario di questi strumenti innovativi”.

David E. Rutter, CEO di R3, ha dichiarato: “I processi manuali e i sistemi usati per la spunta interbancaria sono impegnativi, costosi, laboriosi e soggetti a errore. Lavorando con ABI Lab, stiamo usando Corda per automatizzare il processo di matching, supportando le banche italiane nel gestire meglio i sospesi e in generale nel migliorare efficienza e accuratezza del processo. Questa sperimentazione mostrerà quanto sia semplice per le banche ridurre i costi operativi e di back office, risparmiando tempo ed effettuando scambi in sicurezza grazie all’uso delle DLT”.

R3

R3 è una società di software aziendale che lavora con una rete di oltre 160 banche, istituzioni finanziarie, regolatori, associazioni di categoria, società di servizi professionali e aziende tecnologiche per sviluppare applicazioni su Corda, la sua piattaforma di database distribuito progettata specificamente per le imprese.

Il team globale di R3, composto da oltre 140 professionisti in nove paesi, è supportato da oltre 2.000 esperti in tecnologia, finanza e aspetti legali provenienti dalla sua rete globale di membri. R3 è sostenuto da un investimento di 107 milioni di dollari da parte di oltre 40 aziende.

Corda è il risultato di oltre due anni di intensa attività di ricerca e sviluppo da parte di R3 e dei suoi membri e soddisfa i più elevati standard del settore bancario, ma è applicabile a qualsiasi scenario commerciale. Registra, gestisce ed esegue accordi di diverso tipo tra organizzazioni aziendali con una perfetta sincronia tra le controparti, generando un efficientamento nel mondo del commercio.

ABI Lab

ABI Lab è il Centro di Ricerca e Innovazione per la Banca promosso dall’ABI (Associazione Bancaria Italiana) allo scopo di creare un contesto di incontro e confronto tra le banche e i partner ICT ed energy. ABI Lab approfondisce, sviluppa e diffonde innovazione nel settore bancario e finanziario attraverso le proprie attività di ricerca e la condivisione di conoscenza sugli aspetti organizzativi e tecnologici, sulla sicurezza, sull’energia in banca e sulle modalità di erogazione dei servizi bancari. L’Osservatorio Blockchain & DLT vuole rappresentare un ambito di riferimento per valutare il paradigma tecnologico rispetto all’implementazione negli ambiti operativi delle banche. L’attività ha tra gli obiettivi, oltre all’accrescimento della conoscenza su principi e caratteristiche della tecnologia, quello di individuare ambiti specifici di applicazione su cui concentrare gli sforzi per realizzare un’iniziativa pilota cooperativa che sappia cogliere i benefici potenzialmente conseguibili dall’applicazione di un registro digitale distribuito tra le banche.

ABI Lab sperimenta la riconciliazione interbancaria domestica sulla piattaforma Corda di R3