Marina militare italiana in sosta in Mozambico

Views

Nave Federico Martinengo, settima unità classe FREMM (Fregata Europea Multi Missione) della Marina militare, visiterà il porto di Maputo dal 8 all’11 settembre 2018.

Dopo tre anni una Unità dalla Marina Militare, dopo aver percorso più di 5000 miglia nautiche, approda sulle coste del Mozambico per portare il tricolore e l’eccellenza nazionale.

La sosta nel Porto di Maputo si configura in un più ampio progetto di sviluppo delle relazioni di cooperazione tra i due Paesi, di ricerca di future occasioni di addestramento congiunto ed accrescimento della conoscenza reciproca, in modo da favorire il livello di interoperabilità tra le Forze Armate dei due Stati.

Sarà inoltre l’occasione per mostrare l’ultima FREMM consegnata alla Marina e promuovere il Sistema Paese in un contesto internazionale.

Nave Martinengo, nel culmine del suo primo ciclo di impiego, dal 6 agosto partecipa al primo deployment operativo fuori area e dagli usuali bacini di gravitazione nazionali, completando così un percorso durante il quale, passando attraverso l’operational sea training presso il Centro di Addestramento della Marina Militare, ha conseguito la certificazione per la partecipazione alle Missioni operative e testato il suo Primo Equipaggio. Rientrerà in Patria nel mese di dicembre.

Approfondimenti sulla Nave F. Martinengo
Nave Federico Martinengo, costruzione nr. 6247, è la settima Unità del programma italo-francese FREMM e la terza commissionata in versione GP (General Purpose). Contraddistinta dal distintivo ottico F596, l’Unità è stata costruita negli stabilimenti Fincantieri di Riva Trigoso. Ha poi proseguito i lavori di allestimento nello stabilimento Fincantieri del Muggiano. È la prima Unità Navale della Marina Militare a portare il nome dell’Eroe MOVMM C.A. Federico Martinengo. Le sue caratteristiche (PTF piattaforma e CS sistema di combattimento) la rendono idonea per un impiego multimissione:

•Ruolo fondamentale nel Dispositivo per la Difesa e la Sicurezza Marittima;

•Contributo al Sea Control dei bacini di interesse nazionale garantendo presenza, sorveglianza e contributo alla MSA, Maritime Situational Awareness;

•Proiezione di capacità dal mare e sul mare (Naval Gun Fire Support NGFS, supporto a Distaccamento Operativo Forze Speciali, evacuazioni connazionali, Law Enforcement);

•Scorta di Capital Ship, Hight Value Unit, ovvero di unità mercantili.

Nave Federico Martinengo è stata progettata all’insegna della flessibilità di impiego e della versatilità,

può per questo assicurare numerose attività complementari:

•Possibilità di condurre interventi in telemedicina,

•Evacuazione personale mediante elicotteri;

•Fornitura di acqua potabile;

•Confezionamento di pasti caldi;

•Predisposizione per erogazione di corrente elettrica.

Nave Federico Martinengo è stata consegnata alla Marina Militare il 24 aprile 2018. Dalla consegna la Nave fa sede nella base navale di La Spezia ed è alle dipendenze della Prima Divisione Navale (COMDINAV UNO).

Marina militare italiana in sosta in Mozambico

ATTUALITA' | 0 Comments

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>