No allo Ius soli – prima di tutto serve una politica rigorosa

Views

Il governatore della Liguria, Giovanni Toti, durante un intervista rilasciata al Corriere della sera, esprime la sua opinione sulle dichiarazioni fatte dal Papa in merito allo “ius soli”: “Il Papa parla ad anime e coscienze facendo un richiamo ai valori della solidarietà, ed è comprensibile. La politica deve fare in modo che quella solidarietà possa attuarsi. Perché accada serve una politica rigorosa di ingressi e sicurezza che passi per un intervento deciso in Libia, anche con forze militari, e una legislazione speciale europea sul modello di quelle che ci permisero di lottare contro terrorismo politico e mafia. Questo propone il centrodestra, e non è in contraddizione con le parole del Papa” – “Pensiamo che sia controproducente discutere di ius soli in un continente come l’Europa sotto attacco, che stenta a far decollare politiche del lavoro per i giovani, che manca di una legislazione necessaria per difendersi da fenomeni come i flussi migratori ingestibili o il terrorismo” – “Salvini può avere modi urticanti per alcuni di dire le cose, ma coglie punti veri. Molto peggio l’ipocrisia di chi strumentalizza le parole del Papa e insiste su un oggi inattuabile ius soli o per velleitarismo o per coprirsi a sinistra in chiave elettorale”.

Nell’intervista Giovanni Toti, riferendosi alla situazione politica che sta vivendo il centrodestra in Sicilia dice: “è il momento di metterci attorno a un tavolo – FI, Lega e FdI in primo luogo, poi con chi al centro si è già avvicinato a noi negli ultimi tempi – per trovare il candidato che riscuota più consenso. Se si corresse divisi – avverte – il percorso verso un’alleanza per le Politiche diventerebbe ad ostacoli”.

No allo Ius soli – prima di tutto serve una politica rigorosa