Frecce Tricolori: “Domenica tutti con il naso all’insu’ per “Azzurro Tricolore”

Views

Il 23 giugno su Rai1, la storica trasmissione di Raisport “Azzurro Tricolore”, organizzata in collaborazione con l’Aeronautica Militare, dedicata alle Frecce Tricolori e al mondo dell’aviazione.
Le telecamere seguiranno, a partire dalle ore 15.40, le evoluzioni dei numerosi velivoli ed elicotteri militari e civili che prenderanno parte alla manifestazione aerea organizzata dall’Aero Club “Francesco Baracca” di Lugo di Romagna, in collaborazione con il Comune di Ravenna.

Siamo arrivati ! I nostri velivoli e gli equipaggi sono atterrati oggi al 15º Stormo Cervia per partecipare alla manifestazione aerea #ValoreTricolore.Un week end ricco di eventi a Punta Marina (Ravenna).Se vuoi puoi seguirci su Rai Uno il 23 giugno alle ore 15.40

Pubblicato da Aeronautica Militare su Venerdì 21 giugno 2019

Tre ore di spettacolo che idealmente ripercorreranno gli ultimi cento anni della storia del volo: dallo SPAD di Francesco Baracca – di cui andrà in volo una fedele replica – ai principali elicotteri e velivoli caccia di ultima generazione in dotazione alle Forze Armate e Corpi Armati dello Stato.
Sarà un evento dedicato al volo in tutte le sue sfaccettature, con dimostrazioni di soccorso aereo, lanci di paracadutisti, passaggi alle massime prestazioni dei caccia utilizzati per la difesa aerea nazionale. E’ prevista anche la partecipazione della pattuglia acrobatica civile“WeFly!Team” , l’unica al mondo composta per due terzi da piloti disabili.
Numerosi saranno anche gli ospiti che si alterneranno all’interno dello studio allestito sul lungomare romagnolo, per un racconto che terrà i telespettatori con il fiato sospeso fino all’esibizione dei dieci MB339 della Pattuglia Acrobatica Nazionale, le Frecce Tricolori, che come di consueto chiuderanno la manifestazione stendendo il tricolore più lungo del mondo.
L’evento andrà in onda anche in diretta streaming sul sito www.rai.it

Frecce Tricolori: “Domenica tutti con il naso all’insu’ per “Azzurro Tricolore”