Brasile: Lula condannato a nove anni e mezzo

Views

Luis Inacio Lula da Silva (71 anni), ex presidente brasiliano, è stato condannato in primo grado a nove anni e sei mesi per corruzione in uno dei processi dell’inchiesta ‘Lava Jato’ – la Mani Pulite del paese sudamericano, lo scandalo per i fondi neri del colosso petrolifero Petrobras . Lula è stato dichiarato colpevole di corruzione attiva, passiva e riciclaggio di denaro.

L’ex presidente non andrà la prigione finché la condanna non verrà confermata in appello. La condanna emessa dal giudice Sergio Moro riguarda il primo caso nel quale Lula è stato coinvolto e precisamente i lavori di ristrutturazione di un attico in una località balneare del litorale di San Paolo, Guarujà. Secondo il giudice, i lavori di ristrutturazione nascondevano in realtà il pagamento di una tangente legata allo scandalo Petrobras di 3,7 milioni di reais (circa un milione di euro).

Insieme alla vicenda del triplex, Lula è coinvolto in altri quattro procedimenti giudiziari nei quali è accusato di vari reati che vanno dal traffico di influenze al riciclaggio. L’ex presidente si è sempre difeso negando tutto e accusando invece il giudice Moro e gli altri magistrati del caso “Lava Jato” di avere dei pregiudizi politici nei suoi confronti.

La prima condanna a Lula arriva in un momento molto critico per il Brasile. Michel Temer, il Presidente in carica si trova in gravi difficoltà sia per la sua scarsissima popolarità che per il suo coinvolgimento in inchieste di corruzione. Lula è ancora molto amato in Brasile, infatti i suoi otto anni da Presidente (2003-2010) sono quelli che i brasiliani ricordano come la stagione del grande boom con milioni di persone uscite dalla miseria grazie ai suoi programmi sociali. Anni caratterizzati da una grande crescita economia e sviluppo grazie al vertiginoso aumento dei prezzi delle materie prime (soia, carne, ferro, petrolio).

Dopo Lula, il Brasile, a causa del rallentamento dell’economia internazionale, è entrato in crisi e contemporaneamente il più grande scandalo di corruzione politica – Lava Jato – ha fatto il resto. Sono finiti in prigione diversi dirigenti politici dei diversi partiti presenti al governo.

Subito dopo la sentenza gli avvocati dell’ex Presidente hanno presentato appello. Il giudice Moro Per ora Lula non andrà in carcere, Il giudice Moro preferito la cautela spiegando nella conferenza stampa che “La custodia cautelare di un ex presidente della Repubblica provoca traumi, sottolineando quindi la necessità di una certa prudenza”. Sarà necessario attendere anche un anno per avere la sentenza d’appello.

Foto: .ilfattoquotidiano.it

Brasile: Lula condannato a nove anni e mezzo

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>