CINA: vuole sempre di più il controllo della “rete”

Views

Secondo quanto spiegato da fonti al corrente al Great Firewall di Pechino, il governo cinese ha ordinato ai tre grandi gruppi delle telecomunicazioni cinesi, China Unicom, China Telecom e China Mobile, di bloccare gli accessi ai VPN (Virtual Private Network), a partire dal 1 febbraio prossimo.

Con questa manovra la Cina intende operare una nuova stretta sui VPN – i sistemi che permettono di aggirare l’oscuramento dei siti web sgraditi al Great Firewall di Pechino.

Difficile sapere quale potrà essere l’impatto della nuova direttiva sui gruppi internazionali che hanno sedi in Cina, ma secondo gli esperti ci sarà un impatto pesante sull’utilizzo individuale di internet, che conta oggi in Cina circa 731 milioni di utenti, stando ai calcoli di fine 2016, al primo posto al mondo per numero complessivo di persone con accesso al web.

La manovra che dovrebbe partire dall’inizio dell’anno prossimo segue il giro di vite di quest’anno, annunciato a gennaio scorso dal Ministero dell’Industria e dell’Information Technology cinese. L’ultima stretta prendeva di mira i servizi di connessione a internet senza licenza, tra cui anche quelli di molti VPN, per i quali veniva richiesta una nuova approvazione da parte del governo per operare sul territorio cinese. Pechino ha bloccato 135 siti web tra i più visitati al mondo, tra cui Facebook, Twitter, Google e YouTube.

La Cina non sarebbe, però, il Paese al mondo con la percentuale più alta di utenti di VPN per aggirare i siti web oscurati: la Cina è al quarto posto con una percentuale del 29%. Al primo posto ci sarebbe l’Indonesia, con il 41% degli utenti totali di internet, seguita dalla Thailandia, al 39%, e da Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti, al terzo posto, al 36%.

Foto: dagospia.com

CINA: vuole sempre di più il controllo della “rete”

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>