Musile di Piave (VE): trovato il corpo di un neonato tra i rifiuti

Views

Il corpo di un neonato, con tracce ancora di cordone ombelicale, è stato rinvenuto da alcuni operai durante le fasi di lavorazione in un centro raccolta rifiuti a Musile di Piave (Venezia). Il corpicino, in avanzato stato di decomposizione, era avvolto in sacchetto. La tragica scoperta è avvenuta nel tardo pomeriggio di ieri e le indagini sono condotte dai carabinieri di San Donà di Piave e di Mestre.

L’autopsia, che sarà disposta dalla procura di Venezia, dovrà stabilire le cause della morte, e se il bimbo è stato abbandonato quando era ancora vivo.

Silvia Susanna, sindaco di Musile ha precisato che “l’azienda in questione tratta rifiuti che arrivano da diverse zone d’Italia e quindi il piccolo corpicino potrebbe non provenire da Musile e neppure dal sandonatese”.  Il primo cittadino si dice “sconvolta per la notizia” e sottolinea che “al momento non si conoscono le motivazioni che hanno portato ad un simile comportamento. Quanto accaduto deve far riflettere, soprattutto se legato ad eventuali disagi sociali di cui ancora non siamo a conoscenza. Le indagini in corso da parte delle forze dell’ordine – conclude – aiuteranno comunque a far luce sulla vicenda”.

Musile di Piave (VE): trovato il corpo di un neonato tra i rifiuti