Scandalo, baby squillo italiane si prostituivano per 10 euro

Views

Cosa si fa per i soldi, oppure per monotonia. La vicenda ha dell’incredibile perchè, al di là del fatto di cronaca, dimostra che  la famiglia, la scuola e la società stanno vivendo un momento davvero buio. Parliamo di giovani ragazze, di famiglie borghesi, che si prostituivano per pochi denari. Studentesse minorenni ad Avellino saltavano la scuola per prostituirsi, un giro di baby squillo è stato stroncato ad Avellino. I carabinieri hanno scoperto che dodici giovanissime, dieci delle quali minorenni, facevano parte di un giro perverso di prostituzione, con gli incontri che avvenivano di mattina per lo più, nel retrobottega di un circolo ricreativo situato nel centro della città. Le ragazze marinavano la scuola per offrire prestazioni a pagamento che andavano dai 10 ai 100 euro. I carabinieri hanno effettuato anche alcuni arresti: a finire in manette sono state le menti della perversa attività, tutti ritenuti degli insospettabili, soprattutto per la loro irreprensibile condotta famigliare. Si tratta di un uomo di 70 anni di Mercogliano e di uno di  85 anni  di Lapio, entrambi in provincia di Avellino, e di uno di 50 anni della città irpina. Due di loro si trovano ai domiciliari, per l’altro si sono aperte le porte del carcere. Le baby squillo facevano parte tutte di famiglie della borghesia professionale, insomma di ragazzine a cui i soldi certo non mancavano.

Scandalo, baby squillo italiane si prostituivano per 10 euro