Aumenta il numero delle vittime a causa del maltempo. Sicilia flagellata, due famiglie distrutte da una bomba d’acqua

Views

Dopo la Liguria e le regioni del Nordest dell’Italia, ora è la Sicilia ad essere gravemente colpita dalle violenti piogge che sta provocando diverse vittime e serissimi danni.

Al momento è salito a 12 il numero delle persone che hanno perso la vita a causa del maltempo. Nove delle dodici vittime appartenevano a due famiglie, tra cui due bambini di uno e tre anni e un ragazzino di 15, hanno perso la vita in una villa, abusiva, in contrada Cavallaro a Casteldaccia, travolta dell’esondazione del fiume Milicia ingrossato dalle piogge cadute ieri.

Secondo le testimonianze raccolte, nell’abitazione  erano riuniti due nuclei familiari, per un totale di 12 persone: le vittime sono i nonni con le due famiglie dei figli: Rachele Giordano, un anno; Federico Giordano, 15; la madre Stefania Catanzaro, 32; il nonno Antonino Giordano, 65, e la moglie Matilde Comito di 57; il figlio Marco Giordano, 32, e la sorella Monia Giordano, 40; Francesco Rughoo, 3 anni, Nunzia Flamia 65 anni.

Risulta disperso anche un medico palermitano mentre andava a prendere servizio a Corleone.

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha disposto che in segno di lutto oggi e domani siano esposte le bandiere a mezz’asta negli edifici comunali.

Il presidente della Repubblica Mattarella ha promesso solidarietà concreta per le zone colpite. Il premier Conte si è recato in Sicilia e ha garantito: nel prossimo Cdm sarà riconosciuto lo stato d’emergenza. Intanto la Protezione Civile ha diramato un’allerta meteo arancione per la giornata di lunedì per Veneto,  Piemonte, Emilia Romagna e Lazio.

Aumenta il numero delle vittime a causa del maltempo. Sicilia flagellata, due famiglie distrutte da una bomba d’acqua

CRONACHE, EVIDENZA 2 |