Indonesia: il bilancio continua ad aggravarsi, al momento si contano almeno 1.300 morti

Views

Continua ad aggravarsi il bilancio delle vittime del sisma con successivo tsunami che ha devastato le isola di Sulawesi in Indonesia. Il numero di morti accertati è di 1.347.

Nella notte i corpi di 34 giovani sono stati scoperti sotto le rovine di una Chiesa. Lo ha reso noto un portavoce della Croce Rossa, Aulia Arriani, segnalando che rimangono 52 dispersi, sugli 86 di cui non si hanno notizie che stavano frequentando un corso sulla Bibbia presso il centro di formazione Jonooge Church, nel distretto di Sigi Biromaru.

Circa 1.200 detenuti indonesiani sono fuggiti da tre diverse prigioni nella regione di Sulawesi devastata da terremoto e tsunami. L’evasione di massa è avvenuta dopo il maremoto; il funzionario del ministero della Giustizia, Sri Puguh Utami ha detto che i detenuti sono fuggiti da due strutture usate in sovracapacità a Palu e un’altra a Donggala, un’area colpita dal disastro.”Sono sicuro che sono fuggiti perchè temevano che sarebbero stati colpiti dal terremoto, questa è sicuramente una questione di vita o di morte per i prigionieri”, ha detto.

Intanto la terra continua a tremare provando panico e grande preoccupazione. Una scossa di terremoto di magnitudo 6.3 è stata registrata questa mattina alle 7.59 ora locale nelle acque dell’Indonesia, al largo dell’isola di Sumba.  Secondo i dati dell’Istituto italiano di geofisica e vulcanologia (Ingv) e del servizio geologico statunitense Usgs, il sisma ha avuto ipocentro a circa 15 km di profondità ed epicentro 30 km a sud di Nggongi. Non si hanno la momento segnalazioni di danni a persone o cose, né è stata emessa alcuna allerta tsunami.

Indonesia: il bilancio continua ad aggravarsi, al momento si contano almeno 1.300 morti

1 commento

  • minecraft

    hi!,I like your writing so much! proportion we keep in touch
    more about your article on AOL? I need an expert in this space to solve my problem.
    Maybe that’s you! Taking a look ahead to look you.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>