Declassificato documento FBI su ingerenze russe elezioni Presidente Usa del 2016

Views

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha approvato pochi minuti fa la pubblicazione di un memorandum repubblicano classificato che sostiene un complotto contro il Presidente all’FBI e al Dipartimento di Giustizia. Una straordinaria resa dei conti con alti funzionari delle forze dell’ordine durante l’indagine sulle presunte interferenze russe nelle elezioni del 2016.
Ignorando le sollecitazioni dell’FBI all’inizio di questa settimana, Trump ha declassificato il promemoria e lo ha inviato al Congresso. Il presidente repubblicano ha detto ai giornalisti che il contenuto del documento racconta una storia vergognosa e che “molte persone dovrebbero vergognarsi”.
Il memo di quattro pagine è stato rilasciato poco dopo dal Comitato di Intelligence della Camera dei Rappresentanti che l’aveva redatto.
Il documento infiamma sempre più una battaglia tra repubblicani e democratici sull’indagine criminale del consigliere speciale Robert Mueller sulla possibile collusione tra la campagna di Trump e la Russia per influenzare le elezioni presidenziali del 2016 e qualsiasi azione per impedire l’indagine.
Trump si è ripetutamente lamentato della rivelazione di Mueller, che ha gettato un’ombra sul suo primo anno di mandato.
Il memo è stato commissionato dal presidente repubblicano all’uomo dei servizi segreti della Camera, Devin Nunes. Il documento declassificato, vuole dimostrare che il Dipartimento federale di inchiesta e giustizia ha ingannato un tribunale degli Stati Uniti nel tentativo di estendere la sorveglianza elettronica del consigliere della campagna di Trump, Carter Page.
Due giorni fa, un rimprovero pubblico del Presidente e dei Repubblicani al Congresso all’FBI che aveva riferito di avere  “serie preoccupazioni riguardo alle omissioni materiali di fatto” nel documento che non dovrebbe essere reso pubblico.

I democratici hanno descritto il memo, che è stato creato dai membri repubblicani del gruppo dei servizi segreti, come fuorviante, basato su un uso selettivo di dati altamente classificati e destinato a screditare il lavoro di Mueller.
La Russia ha negato l’ingerenza nella campagna elettorale. Trump, chiamando l’indagine di Mueller una caccia alle streghe politica, ha negato la collusione o l’ostruzione della giustizia.

Venerdì scorso Trump ha accusato i principali agenti di polizia del paese  di politicizzare le indagini a favore dei democratici e contro i suoi connazionali repubblicani.
“I migliori dirigenti e investigatori dell’FBI e del Dipartimento di Giustizia hanno politicizzato il sacro processo investigativo a favore dei democratici e contro i repubblicani – qualcosa che sarebbe stato impensabile solo poco tempo fa”, Trump ha scritto su Twitter.

James Clapper, l’ex direttore dell’intelligence nazionale sotto il presidente Barack Obama, ha dichiarato che l’attacco di Trump all’FBI e al Dipartimento di giustizia è stato il “piatto che chiamava il bollitore nero”.
Gli sforzi repubblicani di rilasciare porzioni selettive di informazioni classificate nel memo erano un atto politico “sfacciato”, ha detto Clapper alla CNN.
Cercando di disinnescare il conflitto, il portavoce della Camera dei repubblicani Paul Ryan ha appoggiato l’uscita di un memorandum del contrappunto democratico se il documento repubblicano fosse stato reso pubblico. Ryan può bloccare entrambi, ma ha sostenuto il rilascio del memo repubblicano.
I democratici dicono che il loro contro-memo ripristina il contesto e le informazioni lasciate  fuori dalla versione repubblicana. I repubblicani hanno resistito alla pubblicazione di quel documento,
L’ufficio di Ryan ha detto oggi che ha appoggiato l’opposizione dei democratici perchè  non si rivelassero informazioni o metodi di raccolta di informazioni.

Declassificato documento FBI su ingerenze russe elezioni Presidente Usa del 2016

| MONDO, PRP Channel |