Views

I nuovi volumi si aggiungono a quelli del contratto del Berkine Nord e delle altre attività operate, contribuendo così al soddisfacimento della domanda del mercato europeo.

Eni annuncia il recente avvio della produzione da due campi a gas relativi al contratto di Berkine Sud, in Algeria, a soli 6 mesi dall’assegnazione del contratto, attraverso uno sviluppo accelerato (fast track).

La produzione del Berkine Sud, che è il primo contratto ad essere firmato sotto la nuova legge degli idrocarburi algerina 19-13, è operata da Eni e Sonatrach e risulta attualmente di 1 milione di standard metri cubi al giorno di gas (MSm3/d) circa e 4 mila barili al giorno di liquidi associati. Si prevede entro la fine dell’anno l’aumento a circa 2 MSm3/d, arrivando a saturare la capacità di trattamento di gas dell’impianto di MLE, pari a 11 MSm3/d.

Eni è presente in Algeria dal 1981 ed è oggi la principale compagnia energetica internazionale operante nel Paese. A settembre del 2022 la società ha annunciato di aver raggiunto un accordo sull’acquisizione delle attività di BP in Algeria, tra cui “In Amenas” e “In Salah”, i più importanti campi produttivi a gas operati da compagnie internazionali nel paese. A seguito di questa operazione e dei programmi di sviluppo nel bacino del Berkine, la produzione in quota Eni in Algeria è prevista attestarsi a oltre 120.000 barili di olio equivalente al giorno nel 2023.

Eni annuncia l’avvio della produzione da due campi a gas del nuovo contratto Berkine Sud in Algeria

| ATTUALITA' |