73sima Assemblea Generale Onu, tanti i temi caldi. L’Italia spingerà per Libia e migranti

Views

Cina, Corea e Iran saranno gli argomenti caldi alla  73sima  Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il  premier Giuseppe Conte che parlerà alle 20.30 ora italiana tratterà la vicenda della  Libia e il conseguente  fenomeno migratorio. Trump, al riguardo, sarebbe molto interessato ad appoggiare l’Italia sulla Libia per la conferenza di metà novembre, a Sciacca. Gli Usa sono sensibilizzati in questa direzione dall’inviato speciale dell’Onu per la Libia, l’americana Stephanie T. Williams che più volte ha detto che nel “caos” sguazzano  i gruppi dell’Islam terrorista affiliati a Al Qaeda del Maghreb e a ciò che resta dell’Isis. L’ambasciatore Usa a Roma, Lewis M. Eisenberg ritiene che l’Italia debba coinvolgere, comunque,  anche la Francia nel processo si stabilizzazione.  A New York è previsto il bilaterale Trump-Macron per parlare anche di questo. E se il presidente Usa potrà aiutare ad avvicinare  Roma e Parigi con l’obiettivo della lotta al terrorismo,  Conte nel bilaterale col presidente iraniano Hassan Rohani  proverà a stemperare gli animi  fra Washington e Teheran circa il dossier nucleare. Conte incontrerà il generale Al Sisi per discutere di Liba e sul caso Regeni. Tra gli altri appuntamenti più rilevanti,  mercoledì quello presieduto da Trump con al centro il dossier iraniano e giovedì quello presieduto da Pompeo sulla Corea del Nord.  A margine dei lavori il tycoon incontrerà, oltre a Macron, il presidente della Corea del sud Moon Jae-in che gli riferirà sull’ultimo vertice con Kim Jong-un, l’egiziano Abdel Fattah al-Sisi, il premier giapponese Shinzo Abe, quello israeliano Benyamin Netanyahu e quella britannica May.

73sima Assemblea Generale Onu, tanti i temi caldi. L’Italia spingerà per Libia e migranti

EVIDENZA 2, MONDO | 0 Comments

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>