Non si placa la bufera che ha travolto Rocco Casalino, Di Maio lo difende

Views

Non si placa la bufera che ha travolto Rocco Casalino, portavoce di Palazzo Chigi che in una dichiarazione audio attacca i tecnici e i dirigenti del Ministero dell’Economia, accusati di fare ostruzionismo e di non riuscire a trovare le coperture per le misure della manovra.

Nella registrazione il portavoce parla di una “megavendetta” nei confronti degli alti dirigenti del Tesoro annunciando che si “Sarà una cosa ai coltelli”, e se “dovesse venir fuori che all’ultimo ci dicono ‘i soldi non li abbiamo trovatì nel 2019 ci concentreremo a far fuori tutti questi pezzi di m…. del Mef”.

Casalino, dal canto suo, si difende commentando che “La pubblicazione vìola il principio costituzionale di tutela della riservatezza delle comunicazioni”. Attorno a lui Cinquestelle fa quadrato, a partire dal premier Conte, che gli rinnova la sua “piena fiducia”. Anche Di Maio, in un post su Facebook prende le sue difese e scrive “Qualcuno in queste ore sta facendo la morale a Rocco Casalino. I moralizzatori di oggi vorrebbero per caso asserire che non hanno mai ricevuto messaggi privati dai portavoce delle altre forze politiche? Vogliono per caso dire che non hanno mai rilanciato un retroscena sulla base degli spin degli uffici stampa?”.

Matteo Salvini, chiude l’argomento dichiarando che gli audio rubati non lo appassionano mentre Giancarlo Giorgetti, sottosegretario leghista alla presidenza del Consiglio sembra voler lanciare un suggerimento al premier: “Dipende se il portavoce del premier ha il potere di cacciare i tecnici, non credo lo abbia … e poi … basta non avere il portavoce come non ce l’ho io”.

Anche l’opposizione tuona contro Rocco Casalino, il PD attacca dichiarando che quelle del portavoce sono frasi “inaudite”, “indegne”, “di assoluta gravità politica”, che meriterebbero l’immediata “cacciata” del portavoce, definito “picchiatore che minaccia giornalisti e funzionari dello Stato”. Alle parole del Pd si aggiungono quelle di Forza Italia secondo il quale “le minacce di Casalino” diventano “un fatto politicamente gravissimo” con un’eventuale “rilevanza penale”, che “dimostrano una concezione violenta del potere”.

Intanto, secondo alcune fonti del Ministero dell’Economia, il ministro Tria ha espresso “piena fiducia ai dirigenti e alle strutture tecniche del Mef e apprezzamento per il lavoro che stanno svolgendo a sostegno dell’attuazione del programma di governo, come peraltro evidenziato dal presidente del Consiglio”.

Non si placa la bufera che ha travolto Rocco Casalino, Di Maio lo difende

EVIDENZA 2, ITALIA | 0 Comments

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>