Francia, Gilet gialli in calo ma continuano le proteste. Assediata Spianata degli Invalides

Views

Gli scontri a Parigi si accendono, in questo week end, nell’area della spianata degli Invalides. Piccoli gruppi di Black bloc hanno lanciato di tutto contro la polizia, che per difendersi ha dovuto ricorrere ai lacrimogeni. Poche decine prima della Torre Eiffel è avvenuta un’evacuazione per motivi di sicurezza.

In Normandia un automobilista ha perso la pazienza durante la manifestazione dei gilet gialli e ha forzato il blocco ferendo almeno tre dimostranti. Nella vettura c’erano la moglie e un bambino, i manifestanti l’hanno circondata e hanno cominciato a prenderla a calci. La donna sarebbe stata presa dal panico e il marito ha accelerato. Fonti della tv BFM riferiscono che ci sono 4 feriti non gravi

Dopo tre mesi di proteste il movimento dei gilet gialli si è dato appuntamento anche domani.

A Tolosa, una settantina di manifestanti ha bloccato in mattinata un deposito di Amazon, mentre 150 persone sfilano a Strasburgo. Operazioni “pedaggio gratuito” sono in corso sull’autostrada a ovest di Parigi mentre blocchi sulle rotatorie continuano ad ostacolare il traffico in tutto il paese. Imponente anche oggi, 80.000 agenti, lo schieramento di forze dell’ordine.

Un sondaggio di questa settimana ha evidenziato un calo nel supporto alle manifestazioni che sono iniziate  a novembre per le tasse sul carburante. La protesta poi si è trasformata  in una più generale rivolta contro i politici e un governo che considerano fuori dal mondo.

Più della metà degli intervistati hanno dichiarato di voler interrompere le proteste violente. Posso capire che alcune persone ne hanno abbastanza, ma non lo faremo solo per noi”, ha detto Madeleine, una manifestante disoccupata di 33 anni. “È un movimento molto umanista e lo stiamo facendo per tutti. Quindi, se adesso sono stufi, allora troppo male per loro“.

Ci sono state lotte intestine tra i leader del movimento di base, anche se alcuni hanno delineato piani per estendere le proteste settimanali anche alla domenica.

Il numero di manifestanti è sceso da oltre 300.000 a livello nazionale nel mese di novembre a circa 50.000 la scorsa settimana, secondo le stime del governo.

Il ministero degli interni francese ha detto che circa 10.200 manifestanti hanno preso parte alle manifestazioni in tutto il paese entro il 1300 di sabato, di cui 3000 nella capitale, contro i 4000 a Parigi della scorsa settimana.

Le proteste si sono svolte anche in altre grandi città, tra cui Bordeaux, Strasburgo, Marsiglia e Lione senza segnalazioni di violenza. I manifestanti hanno dato alle fiamme e lanciato sassi alla polizia di Tolosa, nel sud della Francia, secondo quanto riportato da BFM Television.

 

 

Francia, Gilet gialli in calo ma continuano le proteste. Assediata Spianata degli Invalides

EVIDENZA 3, MONDO |