G 20 ad Amburgo, Trump Super Star

Views

Dopo aver completato il suo secondo tour europeo, il presidente Donald Trump ha cercato il consenso con gli alleati asiatici per stabilire come contrastare la “minaccia” della Corea del Nord, dopo il lancio di un missile balistico intercontinentale.
“Occorre porre rimedio”, ha detto Trump mentre  incontrava il presidente cinese Xi Jinping. In un incontro separato con il primo ministro giapponese Shinzo Abe, Trump ha dichiarato che stavano affrontando “il problema e la minaccia della Corea del Nord”.
Gli Stati Uniti ha dichiarato dopo l’incontro con Abe, sono “pronti ad utilizzare tutta la forza necessaria per difendere il Giappone”. Trump e Abe hanno concordato di raddoppiare i loro sforzi per dimostrare a tutte le nazioni  che le azioni della Corea del Nord  sono minacciose e illegali.
Lasciando Amburgo per Washington, D.C , Trump ha dichiarato di lasciare il presidente cinese Xi  con soddisfazione per l’esito della riunione sul commercio e la Corea del Nord.
Xi ha detto, durante l’incontro, che  le “questioni sensibili rimangono” nei rapporti Cina-U.S.A . Occorre intensificare i rapporti bilaterali. Ha confermato  di aver costruito con Trump un “contatto stretto”.
La vasta lista di incontri di Trump con Abe, Xi, il primo ministro britannico Theresa May e altri leader mondiali è stata segnata nella giornata conclusiva del  G 20. Trump ha anche avuto un breve incontro, non previsto, con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, con cui ha discusso sulla situazione in Siria.
Abe, parlando attraverso un traduttore, ha osservato che la situazione della sicurezza nella regione dell’Asia- Pacifico è diventata “sempre più grave” a causa della spinta della Corea del Nord per sviluppare il suo programma di missili balistici e nucleari. Abe ha dichiarato di voler “dimostrare la forte partnership e i legami” tra il Giappone e l’U.S. sul tema.
Il successo della lancio della Corea del Nord di un ICBM è stato un chiaro riferimento che dimostra lo sforzo coreano  per costruire un missile in grado di trasportare una testata nucleare ed attaccare, quindi, gli Stati Uniti.
Il tema è stato un tema frequente di discussione al vertice e la Casa Bianca ha affermato che gli Stati Uniti, la Corea del Sud e il Giappone stavano premendo per ulteriori misure contro la Corea del Nord per dimostrare le “conseguenze gravi” per le sue ultime provocazioni.
Le tre nazioni hanno chiesto la “prima adozione” di una nuova risoluzione del Consiglio di sicurezza U.N. e sanzioni supplementari per dimostrare a Pyongyang le conseguenze delle sue azioni.
Portare la Cina sulla stessa sponda è una parte fondamentale del piano. L’amministrazione Usa vuole che la Cina applichi alla lettera le sanzioni internazionali destinate a Pyongyang. Ma Trump è rimasto insoddisfatto della risposta della Cina, al riguardo.
All’inizio della settimana, Trump aveva  twittato che il commercio tra la Cina e la Corea del Nord era cresciuto quasi il 40 per cento all’inizio del 2017. I funzionari di Trump hanno detto, più tardi, che il presidente, comunque, non ha rinunciato alla relazione con la Cina.
Il commercio era anche una parte fondamentale delle discussioni. L’amministrazione di Trump sta valutando sulla possibilità di mettere nuove barriere sulle importazioni di acciaio per motivi di sicurezza nazionale, una mossa che potrebbe disorientare la Cina, che ha inondato i mercati internazionali con esportazioni di acciaio a basso costo.
Trump: “Sono accaduti molti atteggiamenti  che hanno portato a squilibri commerciali e noi dovremo correggere il tiro  con  un nuovo accordo che sia “equo” e “reciproco”. In riferimento alla politica commerciale della Cina.
Il  G20 è stato un meraviglioso successo condotto  magnificamente dal cancelliere Angela Merkel, ha riferito il Presidente Trump..
Incontrandosi con  la May, il leader britannico, Trump ha sottolineato la loro “relazione speciale”, e ha dichiarato che i due paesi stanno lavorando su un accordo commerciale bilaterale e speciale.
La May è stato il primo leader straniero a visitare Trump alla Casa Bianca. Trump le ha detto che sarebbe presto “andato a Londra” una volta che i dettagli del piano commerciale fossero stati elaborati e definiti. I negoziati commerciali indipendenti tra i due paesi sono una possibilità in quanto la Gran Bretagna esce dall’Unione Europea – una mossa che Trump ha sostenuto fortemente.
Sabato il presidente Trump ha avuto un “incontro intenso”, di circa due ore con il presidente russo Vladimir Putin, dove hanno trattato argomenti di politica internazionale in generale e sul cessate il fuoco in Siria. Un breve accenno alle velate ingerenze russe nelle votazioni presidenziali Usa. Entrambi hanno deciso di non approfondire l’argomento, irritando non poco i membri democratici del Congresso americano.

di Massimiliano D’Elia

Foto Il Politico

G 20 ad Amburgo, Trump Super Star

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>