Gerusalemme: sale la tensione, si prevedono scontri sulla Spianata delle Moschee e in Cisgiordania

Views

Continua a salire la tensione nei territori palestinesi dopo l’annuncio di Trump di riconoscere Gerusalemme capitale dello Stato ebraico e spostare quindi l’ambasciata Usa. Hamas ha chiamato per oggi alla nuova intifada. Nella giornata di ieri alcuni razzi  era partiti dalla Striscia contro Israele che in risposta ha autorizzato il bombardamento a Gaza.

Le forze israeliane sono in alto allarme per possibili disordini e scontri che potrebbero scatenarsi al termine delle preghiere del venerdì sulla Spianata delle Moschee e in Cisgiordania per il terzo “Giorno di rabbia” indetto dai palestinesi contro la decisione Usa di riconoscere la città capitale di Israele.

Secondo quanto riportato i media, la polizia ha schierato ingenti forze a Gerusalemme, ma al momento non ha previsto alcuna restrizione all’accesso dei fedeli musulmani alla Spianata, come è accaduto in passato in altre occasioni simili. Anche l’esercito ha rinforzato la sua presenza in tutta la Cisgiordania.

È stata convocata per oggi una riunione d’urgenza del Consiglio di Sicurezza dell’Onu per discutere la decisione del presidente Trump.

Gerusalemme: sale la tensione, si prevedono scontri sulla Spianata delle Moschee e in Cisgiordania

MONDO, PRP Channel, Sicurezza |