Il 72° Stormo dell’Aeronautica, un fiore all’occhiello per tutti i piloti di elicottero

Views

(di Andrea Pinto) Il 72° Stormo di Frosinone, fiore all’occhiello dell’Aeronautica Militare nella formazione di piloti di elicottero dell’Arma Azzurra, delle altre Forze Armate e Corpi Armati dello Stato, nonché frequentatori stranieri, non ha mai interrotto la sua attività di addestramento e formazione. Nonostante il periodo emergenziale a causa della pandemia da Covid-19, lo Stormo attuando tutte le procedure interne a tutela della salute del personale ha continuato la sua preziosa attività nel delicato settore della formazione dei naviganti, impiegati su velivoli ad ala rotante.  E’ doveroso ricordare che tutti gli elicotteri in volo sul nostro Paese sono guidati da piloti brevettati presso lo Stormo di Frosinone. Velivoli, essenziali per il controllo del territorio ma anche  per il trasporto urgente  di pazienti, dichiarati, in grave pericolo di vita. Numerosissime sono state, infatti, le missioni in tutt’Italia di elicotteri dell’Aeronautica Militare,  in assetto di bio-contenimento,  per il  trasporto urgente di cittadini affetti da Covid-19. Senza sosta, invece, le missioni delle forze di polizia per il controllo del territorio durante le varie Fasi dell’emergenza sanitaria. Se tutti gli elicotteri riescono a portare a termine tutte le missioni con evidenti successi, lo si deve in parte anche all’altissimo livello addestrativo e formativo ricevuto dai loro piloti presso la Scuola dell’Aeronautica di Frosinone che in oltre 50 anni di storia ne ha brevettati più di 5000.

​Nel solco ormai tracciato della continuità, sono stati consegnati lo scorso 13 maggio, presso il 72° Stormo, gli attestati di Pilota Militare a due Tenenti dell’Aeronautica Militare. L’aquila turrita, simbolo dei piloti dell’Arma Azzurra, è stata conseguita dai due giovani Ufficiali al termine dell’impegnativo percorso di formazione frequentato presso uno degli istituti di formazione dell’Arma Azzurra. Il prestigioso traguardo si aggiunge a quello conseguito nel mese di marzo da quattro piloti del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ed anticipa di pochi giorni la conclusione del corso per un ulteriore frequentatore delle Capitanerie di Porto.

La capacità del personale dello Stormo e dei frequentatori nel far fronte in maniera positiva alle difficoltà del momento, nel sapersi riorganizzare restando concentrati verso il raggiungimento degli obiettivi professionali e personali, senza snaturare la propria identità, è il migliore esempio possibile per spiegare, con i fatti, il significato del termine resilienza“.

Queste le parole del Colonnello Davide Cipelletti, Comandante del 72° Stormo che, salutando i giovani Ufficiali, ha aggiunto “Siate orgogliosi del vostro traguardo come noi lo siamo per voi. Prendete piena consapevolezza di quello che avete fatto fin qui per coronare le vostre ambizioni; questa consapevolezza sarà la forza con cui potrete affrontare tutte le sfide future, certi delle vostre capacità“.

Il 72° Stormo dell’Aeronautica, un fiore all’occhiello per tutti i piloti di elicottero