EASA, ordina controlli su Airbus350-941, per rischio esplosione in volo. Airbus ha risolto con aggiornamento software

Views

L’Autorità europea per la sicurezza aerea (EASA) ha lanciato un “warning”  del livello più elevato di urgenza per il nuovo Airbus A350-941, introdotto a servizio nel 2014.  La denuncia n. 2017-0154-E, è stata diramata  per un  problema del sistema di raffreddamento del fluido idraulico, che, se non risolto, potrebbe potenzialmente portare ad un’esplosione del motore.

Secondo EASA, il tutto è scaturito dal segnale di un recente errore di surriscaldamento della pompa idraulica. Se la pompa non funziona correttamente, la temperatura del fluido idraulico potrebbe aumentare rapidamente. Se l’errore non viene rilevato in tempo, si verifica un rischio di accensione della miscela esplosiva.

“Nel disegno dell’A350, il sistema di raffreddamento del fluido idraulico è situato nei serbatoi del carburante”, afferma il documento EASA. “Recentemente, è stata  riscontrato un errore di surriscaldamento della pompa idraulica al motore A350 – l’EDP  e tale errore dell’EDP può causare un rapido aumento della temperatura del fluido idraulico “.

Per affrontare questa potenziale e pericolosa situazione, Airbus ha lanciato la procedura Major Event Revision dell’A350, il Master Minimum Equipment List (MMEL) che incorpora restrizioni per evitare un surriscaldamento incontrollato del sistema idraulico.

Airbus afferma che con un aggiornamento software il rischio identificato può essere disattivato a breve termine. Gli operatori di circa 100 A350 consegnati sono già stati informati in dettaglio.

Lufthansa, che attualmente opera con quattro A350, sta già attuando le misure richieste dall’EASA. Questo non avrà alcun impatto sul piano di volo, secondo un portavoce di Lufthansa.

In entrambi gli aeromobili civili e militari sono previste correzioni per impedire l’iniezione della miscela di combustibile-aria nel serbatoio. L’introduzione degli attuali sistemi di sicurezza dei serbatoi ha avuto inizio dopo che nel 1996 il crash del TWW800 di Trans World Airlines portò a morte tutte le 230 persone a bordo. L’aereo si è schiantato dodici minuti dopo il decollo. L’indagine ha dimostrato che l’incidente è stato causato dall’esplosione di miscela infiammabile di combustibile e vapori d’aria nel serbatoio del carburante, probabilmente innescato da un cortocircuito.

Fonte Aerotime

EASA, ordina controlli su Airbus350-941, per rischio esplosione in volo. Airbus ha risolto con aggiornamento software

INDUSTRIA, PRP Channel |