Iran scopre operazione cyber della CIA: arrestati agenti americani

Views

Un alto funzionario della sicurezza iraniana ha detto oggi che Teheran ha smantellato “una delle operazioni di spionaggio più complessa mai fatte” dalla Central Intelligence Agency degli Stati Uniti, portando a “arresti in diversi paesi  e confessioni” di un numero imprecisato di sospettati. L’annuncio è stato fatto da Ali Shamkhani segretario del Supremo Consiglio di sicurezza nazionale dell’Iran, il più alto organo decisionale per la sicurezza della Repubblica islamica, che è presieduto dal presidente del paese.

Intervenendo a Teheran con i giornalisti delle agenzie di stampa filogovernative, tra cui IRIB e Fars News, Shamkhani ha detto che l’Iran ha “smantellato” una rete di cyber spionaggio gestita dalla CIA, che ha effettuato “operazioni in diversi paesi”. Ha detto che la presunta rete di spionaggio è stata rilevata dalle agenzie di controspionaggio iraniane “qualche tempo fa ed è stata smantellata”. Le azioni di controspionaggio dell’Iran hanno portato alla “identificazione e all’arresto degli agenti dell’intelligence della CIA”, ha detto Shamkhani, molti dei quali sono stati arrestati “in diversi paesi”. Gli arresti si sono verificati dopo che l’Iran “ha condiviso le informazioni  con i suoi  alleati”, ha detto Shamkhani, che ha portato alla “divulgazione e smantellamento di una rete di agenti della CIA” nonché alla “detenzione e punizione di diverse spie”. Shamkhani non ha specificato il numero di persone arrestate o in quali paesi operassero, ma sembra riferirsi sia al personale della CIA che  a risorse locali. Ha concluso le sue osservazioni dicendo che l’Iran stava costruendo un’alleanza regionale “per contrastare lo spionaggio americano”. Ha anche sollecitato il Ministero dell’Intelligence iraniano a rilasciare “video e confessioni” relativi agli arresti.

Nel frattempo, gruppi anti-governativi iraniani con sede all’estero sostengono che un alto funzionario del Corpo della Guardia Rivoluzionaria iraniana è stato arrestato a Teheran sospettato di lavorare per Israele. Si ritiene che l’individuo tenuto anonimo abbia aiutato l’agenzia di intelligence del Mossad israeliano ad accedere all’archivio del programma nucleare iraniano nel 2018 e a rubare un numero imprecisato di documenti classificati. Non è noto se questo presunto arresto sia collegato all’annuncio di Shamkhani lunedì.

Fonti americane non confermano gli arresti citati dall’alto funzionario iraniano.

Iran scopre operazione cyber della CIA: arrestati agenti americani

INTELLIGENCE |