Video sulla Diciotti dei migranti mentre ballano il “waka waka”. Video fake ma non tanto…

Views

Un articolo di La Repubblica giustamente è intervenuto su un video che riprendeva “migranti” su una nave che li aveva soccorsi in mare che ballavano il brano “waka waka” di Shakira. E’ stato definito un video “fake”.  Il video pubblicato da un misterioso utente sul proprio profilo Fb e YouTube ha fatto il giro del web in pochissimi minuti, attirando l’attenzione ma soprattutto i commenti di centinaia di migliaia di italiani.

La Repubblica ha subito ascoltato il  portavoce della Guardia Costiera a Repubblica: “Si tratta di un video di una missione dell’estate 2017 girato a bordo della nave”. “I 177 migranti a bordo della Diciotti non hanno mai ballato il ‘Waka Waka’”. La secca smentita arriva dal capitano Cosimo Nicastro, responsabile delle relazioni esterne della Guardia Costiera. “Il video si riferisce a una missione del 2017, sempre a bordo della Diciotti”.

I commenti sui social

“C’è chi twittava dicendo “Sulla diciotti come al Club Med” e chi scrive che il video dimostrerebbe che i migranti non hanno subito torture e sono in ottima forma”.

“Qui non servono sembra per fare della Diciotti una nave crociera con presunti morti di fame, seviziati, torturati, scheletrici e sfiniti. Il comandante un militare trasforma la nave militare in discoteca ….”

Il portavoce della Guardia Costiera esprime forti dubbi anche sul montaggio dell’audio con la canzone ‘Waka Waka’ anche se dichiara che per “stemperare il clima, soprattutto in lunghi trasbordi, dalle casse a volte viene trasmessa della musica”.

Il punto è diverso. Atteso che non sia il caso recente della Nave Diciotti attraccata a Catania, comunque il video, anche se in altri tempi, è stato girato sulla Diciotti, secondo il portavoce della Guardia Costiera. E’ stato fatto a bordo in navigazione, quindi dall’equipaggio, ovvero da chi è autorizzato a stare lì in navigazione. Chi ha fatto il video lo ha fatto per far vedere il fenomeno, anche perchè non stava riprendendo un panorama turistico, ma vi era la chiara intenzione di documentare un caso.

Sul fatto che la Diciotti diffonda musica durante le traversate è sicuramente un modo, come detto, “per stemperare il clima”, tuttavia dimostra che i “ragazzi” sulla Diciotti nel 2017 hanno apprezzato e ballato, dimenticando le torture e i soprusi subiti. Per concludere il video non è un “fake”, è vero, confermato dalla Guardia Costiera, ma riferito al 2017.

Video sulla Diciotti dei migranti mentre ballano il “waka waka”. Video fake ma non tanto…

ITALIA | 0 Comments

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>