Libia: Cooperazione, 2 iniziative italiane per stabilizzazione per il governo Sarraj e per la riconciliazione

Views

La Cooperazione italiana, attraverso due contributi al Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo, sostiene due iniziative per un importo complessivo di 3 milioni di euro. Questo è quanto emerge dal bando dell’Agenzia italiana per la Cooperazione allo sviluppo che Aics da due milioni di euro che si pone come obiettivo quello di migliorare le condizioni di vita in tre centri per migranti in Libia.

“La Undp Stabilization Facility for Libya (Sfl), il cui contributo è stato pari a 2 milioni di euro, è stata concepita al fine di rispondere alle esigenze immediate di stabilizzazione della Libia”, aggiunge il testo. L’obbiettivo viene perseguito attraverso la proposta di “un agile strumento finanziario-operativo di immediato-medio termine, anche inteso a rafforzare la legittimità del Governo di Accordo Nazionale (Gna) libico”.

La seconda iniziativa, “Support to Transitional Justice and Reconciliation at the National and Local Levels, a cui l’Italia partecipa con un contributo di 1 milione di euro, intende offrire uno strumento di riconciliazione e dialogo per le comunità in conflitto” incluse le “Misurata-Tawerga”. L’iniziativa punta inoltre a fornire sostegno psicologico alla famiglie coinvolte nel conflitto scaturito dagli eventi della rivoluzione del 2011, ed erogare attività formative.

Libia: Cooperazione, 2 iniziative italiane per stabilizzazione per il governo Sarraj e per la riconciliazione