Russia: Gazprom potrebbe assegnare altri 50 miliardi di rubli a Turkish Stream 

Views
   

Russia: Gazprom potrebbe assegnare altri 50 miliardi di rubli a Turkish Stream

Il gigante energetico russo Gazprom potrebbe assegnare altri 50 miliardi di rubli (866 milioni di dollari) per finanziare il progetto di gasdotto Turkish Stream. Lo ha reso noto il servizio stampa della società. A gennaio, i media hanno riferito, citando i documenti del gruppo, che nel 2017 questo intendeva investire 42 miliardi di rubli nell’iniziativa. La nuova edizione del progetto del programma di investimento per il 2017, che sarà presa in considerazione dal consiglio di amministrazione, prevede un aumento di investimenti nel progetto Turkish Stream per circa 50 miliardi di rubli”, ha dichiarato il servizio stampa. La settimana scorsa, Gazprom ha dichiarato che il suo consiglio ha approvato il programma di investimenti per il 2017, il quale prevedeva la crescita degli investimenti previsti d da 217 miliardi di rubli fino a 1,13 trilioni.

Gazprom è una delle più grandi aziende del mondo dell’energia, incentrata su esplorazione geologica, produzione, trasporto, stoccaggio, trasformazione e commercializzazione di gas e di altri idrocarburi, nonché di energia elettrica, di calore e distribuzione di energia.

Con il 50,002%, la Russia possiede la quota di controllo di Gazprom. Gazprom controlla il sistema di trasporto del gas più grande del mondo, con condotte di 171 mila chilometri. Nel mondo la società gestisce 165 imprese di distribuzione, 445,3 mila chilometri di gasdotti e il trasporto di 164,3 miliardi di metri cubi di gas naturale. Gazprom è il solo fornitore di Bosnia-Erzegovina, Estonia, Finlandia, Macedonia, Lettonia, Lituania, Moldavia e Slovacchia, oltre a fornire il 97% del gas della Bulgaria, 89% dell’Ungheria, l’86% della Polonia, quasi i tre quarti di quello della Repubblica Ceca, il 67% della Turchia, il 65% dell’Austria, circa il 40% della Romania, il 36% della Germania, il 27% dell’Italia e il 25% della Francia. Gazprom inoltre controlla società bancarie, di assicurazioni, mediatiche, di costruzioni, agricole e la squadra di calcio dello Fc Zenit San Pietroburgo.

L’azienda è nata nel 1989, quando il Presidente russo Mikhail Gorbačëv ha unito i ministeri del petrolio e del gas come parte delle sue riforme economiche, nominando Gazprom ente responsabile per la produzione, la distribuzione e la vendita di gas.

Category: MONDO, PRP Channel