Un principe saudita anziano scredita la CIA e mette in dubbio la sua affidabilità sul caso Knashoggi

Views

Un alto principe saudita dubita che la CIA abbia scoperto che il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman ha ordinato l’uccisione del giornalista Jamal Khashoggi avvenuto ad Istanbul il mese scorso.

“La CIA non è necessariamente il più alto standard di veridicità o accuratezza nella valutazione delle situazioni. Gli esempi di ciò sono molti”, ha detto il principe Turki al-Faisal, membro anziano della famiglia reale, ai giornalisti ad Abu Dhabi sabato,.

Il principe, ex capo dell’intelligence saudita che ha anche prestato servizio come ambasciatore negli Stati Uniti, ha detto che l’agenzia ha concluso che l’Iraq possedeva armi chimiche prima che l’invasione degli Stati Uniti nel 2003 avesse dimostrato che le informazioni erano inesatte. “Questo è stato il più lampante errore di valutazione, che hanno portato ad una guerra su vasta scala con migliaia di vittime”, ha detto, parlando ad un evento ospitato dal “think tank del Beirut Institute”. “Non capisco perché la CIA non è sotto processo negli Stati Uniti. – ha commentato il principe saudita – Questa è la mia risposta alla loro valutazione di chi è il colpevole e chi non lo è e chi ha fatto cosa al consolato di Istanbul”.

La CIA ha concluso che il principe Mohammed ha ordinato l’operazione per uccidere Khashoggi, come riportato dal Washington Post, ed informato altre parti del governo degli Stati Uniti sulle sue scoperte, hanno riferito fonti a Reuters la scorsa settimana.

Un giornale turco ha anche riferito giovedì che il direttore della CIA Gina Haspel ha segnalato ai funzionari turchi che l’agenzia aveva registrato una chiamata in cui il principe ereditario impartiva istruzioni per “mettere a tacere” il giornalista.

Khashoggi è stato ucciso al consolato saudita a Istanbul il 2 ottobre in un’operazione che le autorità turche hanno detto è stata ordinata dal più alto livello della leadership saudita, provocando la più grande crisi politica del regno in una generazione.

Dopo aver offerto numerose spiegazioni contraddittorie, Riyadh ha detto che Khashoggi è stato ucciso e il suo corpo smembrato dopo che i negoziati per convincerlo a tornare in Arabia Saudita sono falliti.

Il pubblico ministero del Regno sta chiedendo la pena di morte per cinque sospetti accusati dell’omicidio, ma ha detto che il principe Mohammed non aveva alcuna conoscenza preliminare dell’operazione.

Un principe saudita anziano scredita la CIA e mette in dubbio la sua affidabilità sul caso Knashoggi

EVIDENZA 2, MONDO |