Nas di Pescara questa volta scoprono 200 kg di pesce non conservato secondo le norme, denunciata la proprietaria

Views

I carabinieri del NAS di Pescara hanno denunciato la proprietaria di un supermarket abruzzese per aver messo in vendita 200 kg di pesce in cattivo stato di conservazione. Nel corso dei controlli dell’attività commerciale, inoltre, i militari hanno avuto modo di accertare diverse violazioni di tipo amministrativo, quali delle carenze igieniche nei laboratori per la preparazione di alimenti, l’avvio di un deposito abusivo e l’utilizzo di due furgoni per il trasporto di bevande senza averne dato avviso all’autorità. L’ASL di Pescara, intervenuta sul posto su segnalazione dei Carabinieri operanti, ha disposto la chiusura immediata della struttura, dal valore di un milione di euro.
Sempre il NAS di Pescara, al termine di una serie di accertamenti condotti con il Dipartimento Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e Repressioni Frodi di Pescara, ha denunciato una persona per frode. L’indagata, titolare di un’azienda agricola, aveva posto in commercio dei prodotti ortofrutticoli etichettandoli come biologici, mentre invece le analisi di laboratorio hanno dimostrato che all’interno degli stessi vi erano delle tracce significative di fitosanitari.

Nas di Pescara questa volta scoprono 200 kg di pesce non conservato secondo le norme, denunciata la proprietaria

CRONACHE, PRP Channel, Salute, Sicurezza |