Pakistan: truppe a Islamabad per ristabilire l’ordine

Views

Il governo pakistano ha autorizzato il dispiegamento di truppe a Islamabad per ristabilire la sicurezza dopo i violenti scontri scoppiati stamane quando la polizia era intervenuta in forze per sgomberare un sit-in di islamisti che per quasi tre settimane ha bloccato uno dei principali accessi alla capitale, di fatto paralizzandola.

La Cnn ha reso noto che oltre 250 persone sono state ferite e un centinaio arrestate. Un agente è rimasto ucciso, colpito alla testa da una pietra, e anche tra i dimostranti, secondo testimoni oculari, c’è stato almeno un morto. Secondo quanto riferito dal ministero dell’Interno, la richiesta di far intervenire l’esercito è stata avanzata dalle autorità di Islamabad e accolta dall’esecutivo che “ha autorizzato il dispiegamento di un numero di soldati sufficienti, in appoggio al potere civile, per mantenere l’ordine pubblico in città, a partire dal 25 novembre e fino a nuovo ordine”.

A organizzare il sit-in di protesta era stato il gruppo estremista Tehreek-i-Labaik Ya Rasool Allah Pakistan (Tlyrap), che per 18 giorni ha paralizzato la capitale, bloccando con migliaia di attivisti la strada che congiunge Islamabad e Rawalpindi, e creando così fortissimi disagi al traffico. A scatenare la loro rabbia, a ottobre, sono state le modifiche del governo alla legge elettorale: nel mirino, in particolare, vi è la decisione di emendare la clausola costituzionale che con la citazione esplicita di Maometto come profeta di Dio. Di fronte alle proteste dei gruppi religiosi, l’esecutivo ha fatto marcia indietro ma i manifestanti hanno chiesto le dimissioni del ministro della Giustizia, Zahid Hamid, tirando in ballo l’accusa di blasfemia.

Foto archivio

Pakistan: truppe a Islamabad per ristabilire l’ordine

MONDO, PRP Channel, Sicurezza |