Arrestato ex ministro energia israeliano, collaborava con intelligence iraniana

Views

Israele ha accusato Gonen Segev, che è stato ministro dell’Energia e delle Infrastrutture dello Stato ebraico, di aver commesso spionaggio con  l’Iran. Secondo quanto riferito dal servizio di sicurezza nazionale Shin Bet, Segev  è stato fermato il mese scorso durante un viaggio in Guinea Equatoriale a seguito di una richiesta di arresto da parte di funzionari israeliani. Estradato in Israele è stato arrestato appena arrivato a Tel Aviv il mese scorso.
Nel 1992, quando aveva 35 anni, Segev fu eletto come uno dei membri più giovani della Knesset, in rappresentanza del partito conservatore Tzomet. Inizialmente membro della Knesset dell’opposizione, Segev lasciò Tzomet e si unì a una coalizione di governo con il partito laburista, nel quale ricoprì il ruolo di ministro dell’energia e delle infrastrutture. Dopo l’uscita dalla politica, Segev  divenne un uomo d’affari e viaggiò spesso all’estero. Ma nel 2004 fu arrestato su un volo dall’Olanda, mentre stava cercando di contrabbandare diverse migliaia di pillole di ecstasy in Israele. È stato imprigionato per cinque anni ma è stato rilasciato dal carcere nel 2007, dopo un premio di buona condotta. Poco dopo il suo rilascio, Segev si è trasferito nella città nigeriana di Abuja, dove ha praticato il suo mestiere di medico. Mentre era in Nigera è stato reclutato dall’intelligence iraniana, secondo quanto riferito dallo Shin Bet.
In una dichiarazione rilasciata lunedì, lo Shin Bet ha detto che Segev ha ammesso di essere in contatto  con agenti dell’intelligence iraniana in Nigeria e in altri paesi del mondo. Avrebbe ricevuto documenti falsi per recarsi in Iran ed incontrare con i funzionari dei servizi segreti iraniani. Ha anche viaggiato in molti altri paesi per incontrare gli  iraniani e consegnare loro informazioni sul settore energetico israeliano e la posizione dei siti di sicurezza legati all’energia. La dichiarazione di Shin Bet ha aggiunto che Segev ha presentato alcuni  operatori dell’intelligence  iraniana ad altri funzionari israeliani, presentandoli come uomini d’affari.
Si ritiene che Segev sia apparso davanti a un tribunale a Gerusalemme venerdì. È stato accusato di aver aiutato un nemico in tempo di guerra e di aver svolto  attività di spionaggio contro lo Stato di Israele. Il giudice lo ha anche accusato di numerosi casi di trasmissione di informazioni classificate a una potenza straniera.

Arrestato ex ministro energia israeliano, collaborava con intelligence iraniana

INTELLIGENCE | 0 Comments

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>