Attentato mortale a ricercatore siriano, i media siriani accusano Israele

Views

Uno dei principali giornali filo-governativi della Siria ha riferito che ci sarebbe Israele dietro l’esplosione di una bomba nella provincia di Hama che ha ucciso uno scienziato  che lavorava per il programma missilistico del paese. A quanto riferito, Aziz Azbar era direttore di ricerca presso il Centro di studi e ricerche scientifiche siriane, noto come CERS. L’agenzia con sede a Damasco si pensa che sia al centro del micidiale  programma di armi chimiche del governo siriano. L’anno scorso, il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha imposto sanzioni economiche a circa 300 impiegati della CERS, dopo che Washington li ha accusati di essere direttamente responsabili del ripetuto uso da parte del governo siriano di armi chimiche contro ribelli e civili. L’Unione europea, così come i governi francese e britannico, hanno seguito gli Usa ed  imposto sanzioni al CERS e al suo personale.
Secondo i media siriani, Azbar si è specializzato nello sviluppo e nella manutenzione di sistemi missilistici nella città di Masyaf, situata a circa 160 miglia a nord di Damasco, dove CERS mantiene un centro di ricerca. Secondo quanto riferito è morto sabato sera in seguito all’esplosione della sua auto. Secondo alcuni rapporti, l’esplosione è stata originata da una bomba che era stata posizionata nel poggiatesta del suo seggiolino ed è stata fatta detonare a distanza. Morto anche Il suo autista, secondo i resoconti dei media siriani. Un gruppo ribelle, i battaglioni di Abu Amara, che è collegato con il Fronte levante sunnita nella provincia di Aleppo in Siria, ha rilasciato una dichiarazione che rivendica la responsabilità per l’uccisione di Azbar. I battaglioni di Abu Amara hanno già rilasciato dichiarazioni simili dopo aver riferito di aver assassinato funzionari del governo siriano o comandanti della milizia.
Tuttavia, domenica il quotidiano al-Watan della Siria ha detto che l’agenzia israeliana di intelligence Mossad era responsabile della morte di Azbar. Lo scienziato siriano era “una persona di estremo interesse per Israele”, ha detto il giornale, a causa del suo legame diretto con l’arsenale dei  missili Scud costruito da Russia e Corea del Nord. Tuttavia, i funzionari in Israele hanno rifiutato di riconoscere che Tel Aviv avesse qualche legame con l’omicidio di Azbar. “Ogni giorno in Medio Oriente ci sono centinaia di esplosioni e regolamenti di conti”, ha dichiarato il ministro della Difesa israeliano Avigdor Liberman. “Ogni volta cercano di incolpare Israele, quindi anche questa volta  non prenderemo sul serio quest’ultima”, ha aggiunto. Il governo siriano non ha rilasciato dichiarazioni formali riguardo alla morte di Azbar.

Attentato mortale a ricercatore siriano, i media siriani accusano Israele

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>