Crisi UK-UE, “intelligence inglese avrebbe spiato negoziatori Brexit a Bruxelles”

Views

Le relazioni tra l’Unione europea e il Regno Unito hanno toccato un nuovo minimo storico la settimana  scorsa. Il motivo che il Consiglio europeo ha rifiutato di commentare sono le affermazioni secondo cui le agenzie di spionaggio britanniche hanno spiato i negoziatori della Brexit a Bruxelles. Le consultazioni tra le due parti sono progredite ad un ritmo serrato dal 23 giugno 2016, quando gli elettori inglesi  hanno scelto di lasciare l’UE durante, in seguito ad un referendum nazionale. Nel marzo del 2017, Londra ha ufficialmente invocato l’articolo 50 del trattato UE, che prevede il ritiro della Gran Bretagna dalla Comunità europea  entro due anni.

Mercoledì scorso, il quotidiano britannico The Daily Telegraph ha affermato che un certo numero di negoziatori della Brexit dell’UE ritengono che le loro riunioni a porte chiuse siano state spiate dal servizio segreto britannico di intelligence, noto come MI6. Secondo The Telegraph, i timori di spionaggio sono stati sollevati da Sabine Weyand, un funzionario tedesco della UE che attualmente ricopre il ruolo di vice capo del gruppo di lavoro sull’articolo 50 del Consiglio europeo. Il 13 luglio, durante una riunione del Consiglio europeo, Weyand ha affermato che “non si può escludere” che le agenzie di intelligence britanniche abbiano trovato il modo di ascoltare le riunioni a porte chiuse dei negoziatori della Brexit. Secondo The Telegraph, Weyand e altri funzionari dell’UE sono diventati sospettosi dopo che Londra sembrava essere al corrente delle informazioni discusse il 5 luglio in una riunione a porte chiuse del gruppo di lavoro articolo 50. Weyand ha dichiarato al Consiglio europeo che l’informazione è giunta a Londra “nel giro di poche ore” da quando è stata presentata a Bruxelles. Solo poche ore dopo la presentazione segreta, alti funzionari del governo britannico stavano facendo pressioni pubbliche contro le informazioni classificate.

Giovedì, un portavoce della Commissione europea, che opera come gabinetto dell’UE, non ha negato che le preoccupazioni di spionaggio siano state sollevate dai negoziatori dell’UE sulla Brexit. Interrogato dai giornalisti a Bruxelles sulle accuse riportate dal  The Telegraph, il portavoce ha risposto: “La posizione della Commissione oggi è che non possiamo commentare questi comunicati stampa”. Mentre si stava svolgendo la conferenza stampa, i negoziatori britannici stavano arrivando a Bruxelles per riprendere l’ultimo round dei colloqui Brexit con il gruppo di lavoro sull’articolo 50 dell’Unione europea.

Crisi UK-UE, “intelligence inglese avrebbe spiato negoziatori Brexit a Bruxelles”

INTELLIGENCE | 0 Comments

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>