Nato il robot che distrugge i droni

Views

I gruppi terroristici ma anche lupi solitari sparsi nel mondo hanno dimostrato che è davvero facile poter costruire un drone “homemade”, con componenti reperiti facilmente su internet. Ancor più terribile è il fatto che gli stessi possono essere armati e diretti, in sciami, verso obiettivi sensibili. Molti i casi in cui gli aeroporti civili hanno dovuto interrompere le attività per voli non autorizzati di piccoli droni nell’area delle piste di volo. Un gruppo pro-Isis (Isis Linked Group) ieri ha minacciato un attacco, in grande stile, contro gli stadi russi interessati ai mondiali di calcio. Anche in questa minaccia si è fatto riferimento a sciami di droni da inviare all’interno dello stadio per causare più danni e morti possibili. Come dispositivi di difesa contro questa minaccia asimmetrica siamo ancora agli albori. Tanti gli sviluppatori e i costruttori di strumenti di difesa che si stanno cimentando per  cercare una soluzione efficace ad una delle minacce più temute. La società israeliana General Robotics è riuscita ad anticipare i competitor internazionali presentando Pitbull AD (Anti-Drone).

Nasce il robot che distrugge i droni. Lo ha presentato a Parigi Kenes Rakishev, il maggiore azionista della compagnia mineraria aurifera Petropavlovsk, che ha investito due milioni di dollari nella produzione di robot da combattimento. Rakishev Venture Fund Singulariteam è un investitore chiave nella società israeliana General Robotics, specializzata nella produzione di soluzioni robotiche per l’esercito (Singulariteam possiede oltre il 30% di General Robotics). General Robotics per la prima volta introduce il modulo da combattimento telecomandato Pitbull AD (Anti-Drone), progettato per distruggere i droni. Secondo Rakishev, lo sviluppo del modulo remoto ultraleggero “Pitbull AD” è una risposta alle crescenti minacce globali che provengono dai droni da combattimento. Rakishev alla mostra Eurosatory 2018 di Parigi (dal 11-18 giugno) ha presentato Pitbull AD del peso di 70 kg. Oltre ad investire in General Robotics, il portafoglio di Singulariteam comprende oltre 40 aziende high-tech. Kenes Rakishev è un co-fondatore di Sirin Labs. Negli ultimi anni, Kenes Rakishev ha investito oltre 90 milioni di dollari in diversi progetti high-tech.

Nato il robot che distrugge i droni

CYBER | 0 Comments

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>