Gruppi terroristici usati dai governi di India e Pakistan per commettere attentati

Views

Secondo quanto dichiarato dall’ex presidente del Pakistan, Pervez Musharraf, il governo del Pakistan e quello indiano avrebbero assunto gruppi terroristici per attaccare l’India.

Musharraf, 75 anni, prese il potere in Pakistan nel 1999 attraverso un colpo di stato sostenuto dalla leadership militare del paese. Il generale dell’esercito a quattro stelle governò come decimo presidente del Pakistan fino al 2008, quando si dimise dal potere per evitare di essere messo sotto accusa. Attualmente vive in esilio negli Emirati Arabi Uniti ed è ricercato in Pakistan per presunti crimini, compreso l’alto tradimento.

I suoi critici lo accusano di aver arrestato diversi giudici nel 2007 e di aver sospeso la costituzione del paese. Martedì scorso, parlando al telefono da Dubai, Musharraf ha elogiato l’attuale governo pakistano del presidente Imran Khan per aver avviato una pressione su Jaish-e-Mohammed (JeM), il gruppo militante che si crede sia responsabile dell’uccisione di oltre 40 soldati indiani in Kashmir amministrato dall’India.

L’attacco ha scatenato uno stato di tensione tra India e Pakistan, impegnati in manovre militari aggressive l’uno contro l’altro.

“Questo costituisce un passo avanti”, ha detto Musharraf, riferendosi alla repressione di JeM. “È un’organizzazione terroristica e hanno cercato di assassinarmi con un attacco suicida”, ha aggiunto, riferendosi a un attacco al suo convoglio presidenziale nel 2003.

All’inizio del 2002, Musharraf ha ufficialmente bandito la JeM e arrestato alcuni dei suoi leader, dopo che il gruppo ha partecipato a due attacchi di alto profilo nel Kashmir indiano. Ma tutti i leader JeM sono stati infine liberati, dopo che i tribunali hanno deciso che il governo non aveva fornito prove sufficienti del loro coinvolgimento nelle operazioni terroristiche.

Musharraf ha dichiarato a Hum News che alla fine ha perso interesse nel reprimere JeM.

Rispondendo al giornalista che gli ha chiesto come mai il suo governo non intraprese ulteriori azioni contro il gruppo, Musharraf ha risposto che “quelli erano tempi diversi”. Invece di fermare gruppi come JeM, sia il Pakistan che l’India li hanno usati per condurre una “lotta clandestina” l’uno contro l’altro, ha detto Musharraf.

Gruppi come JeM “hanno compiuto attentati nel loro territorio”, ha dichiarato l’ex presidente, aggiungendo che “le agenzie di intelligence del Pakistan erano coinvolte”. Sia l’India che il Pakistan hanno quindi utilizzato gruppi militanti, tra cui JeM per effettuare operazioni “tit-to-tat” mirate l’una all’altra, ha concluso.

Gruppi terroristici usati dai governi di India e Pakistan per commettere attentati

INTELLIGENCE |