Malesia, arrestati funzionari dei servizi segreti accusati di aver rubato diversi milioni di dollari

Views

Otto alti funzionari dell’agenzia di intelligence esterna della Malaysia, compreso il suo ex direttore, sono stati arrestati, sospettati di aver rubato oltre 16 milioni di dollari dalle casse del governo.

Gli arresti rappresentano un drammatico ampliamento della campagna anti-corruzione che ha attanagliato la nazione asiatica da quando è stata lanciata a maggio di quest’anno. La campagna è guidata da una task force speciale all’interno della Malaysian Anti-Corruption Commission (MACC). La task force è stata istituita dal primo ministro della Malaysia Mahathir Mohamad, con lo scopo di sondare il cosiddetto scandalo 1MDB.

L’acronimo si riferisce a 1Malaysia Development Berhad, una società di sviluppo strategico di proprietà del governo guidata dall’allora primo ministro della Malesia, Dato Sri Najib Razak, con lo scopo di raccogliere fondi per far fronte agli investimenti esteri diretti nel paese.

Tuttavia, nel 2015 i politici dell’opposizione hanno iniziato a sostenere che centinaia di milioni di dollari erano scomparsi dal fondo. Nel maggio 2018, quando l’attuale primo ministro della Malesia si insediò, il MACC lanciò un’inchiesta nazionale sulle accuse. Nel frattempo, i governi occidentali, compresi gli Stati Uniti, hanno affermato che diversi miliardi di fondi 1MDB investiti dall’estero sono stati rubati e utilizzati per acquistare un superyacht, aerei privati e altri oggetti di lusso, come gioielli, abbigliamento e arte. Ad agosto, la sonda 1MDB si era trasformata nella più grande inchiesta sulla corruzione nella storia della Malesia. Il 6 agosto, l’ex primo ministro Najib Razak è stato accusato di riciclaggio di denaro e gli è stato impedito di lasciare il paese.

Giovedì, il commissario per le operazioni del MACC, Azam Baki, ha dichiarato in una conferenza stampa a Kuala Lumpur che la polizia ha arrestato otto attuali ed ex membri della Malaysian External Intelligence Organization (MEIO). Gli otto hanno incluso funzionari, funzionari del caso e l’ex direttore dell’agenzia, Hasanah Abdul Hamid. Baki ha aggiunto che durante gli arresti, la polizia ha sequestrato oltre 6 milioni di dollari in contanti e articoli di lusso da diverse località, compresa la sede del MEIO a Putrajaya, il centro amministrativo della Malesia situato a 25 miglia a sud di Kuala Lumpur. Anche una nona persona, un uomo d’affari malese senza nome che vive a Londra, è stata arrestata, ha detto il funzionario del MACC. Secondo un comunicato stampa del governo, gli otto attuali ed ex membri del MEIO sono collegati a un trasferimento di $ 16 milioni dal fondo 1MDB a conti bancari privati in Malesia e all’estero. Tutti e otto hanno negato le accuse tramite i loro avvocati.

Malesia, arrestati funzionari dei servizi segreti accusati di aver rubato diversi milioni di dollari

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>