Per il governo britannico il dossier “Perepilichny” deve rimanere segreto

Views

Aleksandr Perepilichny e Sergei Skripal due spie nel mirino di Mosca

Il giudice Aleksandr Perepilichny stabilito che il governo britannico ha il diritto di trattenere informazioni relative a presunti legami tra agenzie di spionaggio britanniche e un milionario russo morto in circostanze misteriose in Inghilterra.

Aleksandr Perepilichny, un ricco e influente banchiere di investimenti, viveva a Mosca. Nel 2009, tuttavia, lascò la Russia dicendo che la sua vita era stata minacciata a seguito di un disaccordo d’affari. Trasferitosi nel Surrey, a sud di Londra, iniziò a collaborare con le autorità svizzere che stavano indagando su un progetto di riciclaggio di denaro da svariati milioni di dollari che coinvolgeva alti funzionari del governo russo. Descritto da alcuni come la più grande frode fiscale nella storia russa, si dice che il regime abbia defraudato il Tesoro russo di almeno $ 240 milioni.

Il 10 novembre 2012, tornato nella sua lussuosa casa del Surrey da un viaggio di tre giorni in Francia, Perepilichny andò a correre. Fu trovato morto più tardi quella sera, dopo essere collassato nel mezzo di una strada laterale vicino a casa sua. Aveva 44 anni. Un esame post morte stabilì che Perepilichny era morto per cause naturali e indicava la forte possibilità di un infarto. Tuttavia, gli avvocati che rappresentano la famiglia del defunto, nel corso di un’udienza pre-inchiesta, dichiararono che lo stomaco di Perepilichny erano presenti trovato di gelsemium, una pianta simile ad arbusto che è una “nota sostanza letale utilizzata dai killer cinesi e russi”.

Il caso è stato rivisitato dopo il caso di Sergei Skripal, una ex spia russa fuggita in Inghilterra nel 2010. Negli ultimi mesi, sono state presentate istanze per un’inchiesta sulla misteriosa morte di Perepilichny, ma il governo britannico rispose che non avrebbe rivelato alcuna informazione relativa ai possibili contatti tra l’uomo d’affari russo e l’intelligence britannica. La questione è stata sollevata a giugno da avvocati che rappresentano la compagnia di assicurazioni sulla vita di Perepilichny sostenendo che se Perepilichny avesse avuto rapporti ravvicinati con l’intelligence britannica, avrebbe sollevato in modo significativo la minaccia alla sua vita. Ma il ministro dell’Interno britannico Sajid Javid ha sostenuto che il rilascio di documenti che implicano i servizi di intelligence con l’ultimo uomo d’affari russo metterebbe in pericolo la sicurezza nazionale.

Lunedì il giudice che guidava l’inchiesta sulla morte di Perepilichny si è pronunciato a favore della posizione del governo britannico. Il giudice, Nicholas Hilliard, QC, ha un nulla osta di sicurezza ed è stato quindi in grado di rivedere le prove pertinenti a porte chiuse, durante una sessione segreta. Ha poi stabilito che “divulgare pubblicamente informazioni di intelligence, relative a Perepilichny, comporterebbe un rischio reale di gravi danni alla sicurezza nazionale”.

I critici però continuano a sostenere che il caso Skripal ha accresciuto l’interesse del pubblico per le attività segrete russe sul suolo britannico e che i cittadini hanno diritto di sapere se la morte di Perepilichny fosse in qualche modo collegata al regno dell’intelligence.

Per il governo britannico il dossier “Perepilichny” deve rimanere segreto

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>