Lotta al terrorismo in Italia, ennesima espulsione

Views

È stato espulso dall’Italia per motivi di sicurezza dello Stato con un provvedimento firmato dal ministro dell’Interno, Marco Minniti. Si tratta di un tunisino di 34 anni, segnalato nell’ambito delle attivita’ di monitoraggio del web svolte dai servizi di intelligence in direzione di ambienti islamici radicali presenti in territorio nazionale. E in questo contesto lo straniero si era appunto evidenziato condividendo sul social la propaganda dell’Isis. A seguito di approfondimenti investigativi della Digos di Livorno, due giorni fa l’uomo e’ stato rintracciato da personale della Questura di Livorno e oggi quindi espulso, con accompagnamento nel Paese di provenienza, con un volo decollato da Roma Fiumicino e diretto a Tunisi. Espulso anche un 25enne gambiano che il 2 gennaio scorso mentre si trovava nel cortile esterno della Parrocchia della Madonna del Rosario di Foggia aveva danneggiato una teca contenente la statua della Madonna e aveva incendiato un presepe, motivando il suo gesto con la sua appartenenza alla fede musulmana. Lo straniero era stato arrestato dai carabinieri di Foggia intervenuti e ai quali aveva opposto resistenza. Successivamente il giovane africano era stato sottoposto – su iniziativa del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria – a monitoraggio durante la sua detenzione e una volta scarcerato, lo scorso 5 maggio, è stato trattenuto nel Centro per rimpatri di Caltanissetta ed espulso con accompagnamento nel Paese di provenienza. Con questi rimpatri – 54 dall’inizio dell’anno – salgono a 186 i soggetti gravitanti in ambienti dell’estremismo religioso espulsi con accompagnamento nel Paese di provenienza dal 2015.

Lotta al terrorismo in Italia, ennesima espulsione

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>