Aggressione alla troupe Rai. Fermato il responsabile Roberto Spada

Views

Su disposizione della Procura di Roma è stato fermato nel pomeriggio di oggi dai Carabinieri del nucleo investigativo e della compagnia di Ostia, Roberto Spada. Nei suoi confronti pendono accuse di lesioni aggravate e violenza privata ai danni del giornalista della Rai Daniele Piervincenzi, vittima di una violenta aggressione durante un servizio per la trasmissione Nemo che indagava su presunti legami tra la famiglia Spada e Casapound in occasione delle recenti votazioni.

Il giornalista è stato colpito con una violenta testata che gli ha fratturato il setto nasale ed in seguito è stato rincorso e percosso con una sorta di manganello telescopico. Si dice scosso ma determinato a continuare il suo lavoro Daniele Piervincenzi secondo cui “non è un naso rotto” che li può fermare, anzi approfitta per mostrare la sua gratitudine al “collega di sventura” Edoardo Anselmi, che ringrazia per aver “coraggiosamente difeso il girato della telecamera durante l’aggressione”.

Il Ministro dell’Interno Marco Minniti ringrazia la Procura della Repubblica di Roma e l’Arma dei Carabinieri per il lavoro svolto e ci tiene a specificare che “Il fermo di Roberto Spada è la dimostrazione che in Italia non esistono zone franche”.

Casapound coinvolto indirettamente nella vicenda contrattacca con il suo vice presidente Simone Di Stefano: “Chiediamo alla magistratura che apra un fascicolo su CasaPound per appurare se esistono rapporti criminosi tra noi e gli Spada; chiediamo anche un’inchiesta parlamentare per tirare fuori la verità su questa vicenda. Chiediamo inchieste rapide e pubbliche e che i risultati siano diffusi all’opinione pubblica”. Conclude il candidato al decimo municipio Luca Marsella: “Diciamo ai nostri elettori di non andare alle urne, di andare al mare anche con il brutto tempo. Non sosteniamo nessuno al ballottaggio”.

Foto: Google

Aggressione alla troupe Rai. Fermato il responsabile Roberto Spada