Attentato in Palestina e le accuse di Hamas e Fatah

Views

Oggi in una dichiarazione ufficiale, l’organizzazione terroristica di Hamas ha respinto le accuse di Fatah di essere i mandanti del tentato omicidio del primo ministro dell’Ap, Rami Hamdallah.

Hamas ha anche accennato al fatto che Israele era dietro l’attacco, secondo quanto riferito  da diverse fonti.
Hamas ha condannato l’attacco al primo ministro dell’Autorità palestinese Rami Hamdallah dopo che un’esplosione ha colpito il suo convoglio proprio mentre stava entrando nella Striscia di Gaza. In una dichiarazione ufficiale sul suo sito web in lingua inglese martedì, l’organizzazione terroristica ha dichiarato che considera l’incidente un tentativo di minare gli sforzi verso la riconciliazione palestinese.
Nella sua dichiarazione, Hamas ha detto che il  tentativo di assassinio è stato fatto dai responsabili dell’assassinio del suo membro anziano Mazen Fuqaha e del tentato omicidio del suo generale Tawfik Abu Naim l’anno scorso.

Hama aveva precedentemente accusato di questi attentati  “il nemico sionista”.
Hamas ha anche risposto alle accuse dell’Autorità palestinese secondo cui era proprio Hamas dietro l’attacco. “Hamas condanna le accuse da parte della presidenza palestinese”, ha citato la dichiarazione. “Hamas chiede che i servizi di sicurezza e il ministero degli interni aprano un’inchiesta urgente e immediata sull’incidente per sapere chi ne è responsabile e per portare i colpevoli alla giustizia”.

Attentato in Palestina e le accuse di Hamas e Fatah