Corea del Nord cambia strategia in politica internazionale, incontrerà anche il Giappone

Views

Il Giappone sta sondato con il governo nordcoreano la possibilita’ Di organizzare un vertice bilaterale, lo riporta oggi il quotidiano giapponese Asahi.
Il governo di Kim Jong Un ha informato i leader del partito coreano dei lavoratori della Corea del Nord della possibilità di un vertice con il Giappone, ha detto il giornale, citando fonti non identificate della Corea del Nord e documenti informativi.
“Il governo giapponese ha espresso il desiderio di ospitare una riunione dei leader, attraverso l’Associazione generale dei residenti coreani in Giappone”, o Chongryon, l’ambasciata di fatto di Pyongyang in Giappone, come ha detto Asahi.
Il governo giapponese ha detto di essere stato in contatto con la Corea del Nord, ma ha rifiutato di offrire commenti specifici sulla relazione.
“Abbiamo comunicato con la Corea del Nord attraverso la nostra ambasciata a Pechino, ma vorrei astenermi dall’entrare nello specifico”, ha detto il capo del gabinetto segretario Yoshihide Suga in una conferenza stampa.
Un portavoce di Chongryon a Tokyo ha rifiutato di commentare.

A metà marzo una fonte del governo giapponese ha detto a Reuters che il Giappone stava pensando di cercare un vertice tra il primo ministro Shinzo Abe e Kim per discutere dei cittadini giapponesi rapiti da agenti nordcoreani decenni fa.
L’Asahi ha detto in un articolo di Seoul che il governo di Kim aveva spiegato i suoi piani diplomatici bilaterali per la Corea del Sud, gli Stati Uniti, la Cina, il Giappone e la Russia.
Kim ha incontrato il presidente Xi Jinping in Cina questa settimana, il suo primo viaggio all’estero da quando è diventato leader nordcoreano nel 2011. I vertici con il presidente sudcoreano Moon Jae-in e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sono in programma rispettivamente per aprile e maggio.
I documenti informativi della Corea del Nord citano la possibilità di un vertice del Giappone all’inizio di giugno, ha affermato Asahi.
Il ministro degli Esteri giapponese Taro Kono ha lasciato aperta la possibilità che Abe possa incontrare Kim. Kono ha detto in un’intervista alla Reuters che martedì il Giappone ha seguito attentamente i preparativi per il vertice nord-sudcoreano e la riunione Trump-Kim.
Asahi ha citato un’altra fonte non identificata che afferma che “il partner di dialogo della Corea del Nord sulle questioni di sicurezza è l’America”, ma che il paese “può solo sperare in un’assistenza finanziaria su vasta scala dal Giappone”.
La Corea del Nord spera di ottenere da  $ 20 miliardi a $ 50 miliardi di aiuti dal Giappone se normalizza le relazioni, ha detto il giornale. Tuttavia, ha detto che i documenti informativi non hanno offerto dettagli sui passi verso la normalizzazione delle relazioni bilaterali, come concordato nel 2002.
Questi passi includono la risoluzione del problema dei rapimenti, così come lo sviluppo di missili e armi nucleari di Pyongyang.
La Corea del Nord ha ammesso nel 2002 di aver rapito 13 giapponesi negli anni ’70 e ’80 per addestrare spie, e cinque di loro sono tornate in Giappone. Tokyo sospetta che altre centinaia di giapponesi potrebbero essere stati rapiti.

Corea del Nord cambia strategia in politica internazionale, incontrerà anche il Giappone