Francia e Nato condannano duramente i test nucleari di Kim Joung-Un

Il presidente francese, Emmanuel Macron, attraverso un comunicato rilasciato dall’Eliseo “condanna con la massima forza il nuovo test nucleare effettuato la notte scorsa dalla Corea del nord”, che segue numerosi test di missili balistici, “a conferma della volontà ripetuta di Pyongyang di attentare alla pace ed alla sicurezza internazionali”.

Macron “chiama i membri del Consiglio di Sicurezza dell’Onu a reagire rapidamente”  alla nuova violazione “del diritto internazionale, del regime di non-proliferazione nucleare e delle risoluzioni del Consiglio, tra cui la risoluzione 2371 adottata all’unanimità il 5 agosto. Auspica allo stesso modo una reazione unita e chiara dell’Ue”. “La comunità internazionale – si legge ancora nel comunicato  – deve trattare questa nuova provocazione con la massima fermezza, al fine di portare la Corea del Nord a riprendere senza condizioni la via del dialogo e procedere allo smantellamento completo, verificabile ed irreversibile dei suoi programmi nucleari e balistici”.

Arriva anche il monito da parte del Segretario Generale della Nato, Jens Stoltenberg che dichiara: il regime di Pyongyang “deve sospendere tutte le attività missilistiche nucleari e balistiche in modo completo, verificabile ed irreversibile e riprendere il dialogo con la comunità internazionale”. “Esorto la Corea del Nord a rispettare gli obblighi internazionali, rinunciare a minacce ed azioni che contribuiscono alla tensione ed all’insicurezza”.

Francia e Nato condannano duramente i test nucleari di Kim Joung-Un

About The Author
-