Finalmente Facebook ha creato un portale per gli adolescenti

Views

Facebook sta per lanciare sul mercato  una piattaforma dedicata agli adolescenti,  in 60 lingue diverse. Ci saranno nozioni di base: brevi guide su come ottenere il massimo dalle  possibilità di  Fb come pagine, gruppi, eventi e profilo, rimanendo al sicuro, e informazioni su che tipo di dati Facebook conserva e sul modo in cui vengono utilizzati. E poi le esperienze dei coetanei: racconti in prima persona di teen ager. Informazioni su come controllare la propria esperienza: suggerimenti sulla sicurezza, su come segnalare contenuti e su come decidere chi può vedere ciò che si condivide. Il portale, si trova al link facebook.com/safety/youth., offre inoltre consigli: alcune dritte su cosa fare se si ha bisogno di una pausa dai social media e alcune linee guida per ottenere il massimo da internet.

Facebook sta altresì cercando nuovi modi per far arrivare questi suggerimenti direttamente agli adolescenti attraverso la propria piattaforma. Questo mese, ad esempio, sono stati mostrati alcuni consigli sul News Feed, come un invito a controllare “chi vede cosa” sul proprio profilo e il link che indirizza alla Piattaforma di prevenzione contro il bullismo.

Per fare il Portale, Facebook ha parlato con diversi gruppi di teenager in Italia, Regno Unito, Stati Uniti e Brasile e ne ha ascoltati molti altri in occasione di eventi come i workshop del Safer Internet Day a São Paulo, il #WeMatter youth forum in Canada e i Global Safety Network summit. “Nei prossimi mesi verranno inoltre organizzate altre tavole rotonde, per continuare a imparare dai giovani come usano Facebook. Gli adolescenti italiani che abbiamo interpellato hanno accolto con favore la creazione di un’area di supporto e sicurezza dedicata a loro.- spiega Daniele Grassucci, Head of Content and Communication di Skuola.net. Spesso le condizioni d’uso vengono accettate senza essere nemmeno lette. I teen, invece, hanno bisogno che si parli degli argomenti che stanno loro a cuore con il loro linguaggio. Sono, infatti, tecnicamente molto preparati sulle modalità di funzionamento delle piattaforme ma meno consapevoli dei rischi e dei pericoli rispetto agli adulti. Il fatto che i nostri ragazzi siano stati selezionati come influencer per un progetto di portata mondiale, ci rende orgogliosi in merito alla qualità dei progetti svolti in precedenza da Skuola.net con Facebook in Italia”.Il Portale per gli adolescenti include i consigli elaborati da Liz Perle, consulente americana che da anni si occupa di giovani e tendenze emergenti.

La lista dei 10 principi, pubblicata sul portale, è nata dalle conversazioni avvenute con gli stessi adolescenti: si tratta di ciò che viene loro in mente più spesso quando si parla di sicurezza online, tema che emerge spesso quando si parla alle persone di questa generazione del modo in cui vivono le loro vite sociali e creative sui social media. Fra i consigli: Pensa (per cinque secondi) prima di agire; Prima di pubblicare un contenuto visibile a tutti, fermati a pensare: “Mi sentirei a mio agio nel leggerlo ad alta voce davanti ai miei genitori e ai miei nonni?”. E ancora: “A scuola ci saranno sempre persone che pubblicano un numero di contenuti eccessivo sui social media. Resisti alla tentazione, ignora questa tendenza e condividi i dettagli più privati solo con i tuoi amici stretti”.Qualche settimana fa la piattaforma Fb ha messo restrizioni per i ragazzi: sulla base della nuova normativa europea, gli adolescenti tra i 13 e i 15 anni avranno bisogno del permesso da parte di un genitore o di un adulto responsabile per accedere ad alcune delle funzioni del social.

Finalmente Facebook ha creato un portale per gli adolescenti

PRP Channel, SOCIETÀ |