Italbasket avanza. Mercoledì contro la Serbia

Views

L’Italia entra tra le migliori otto nazionali del campionato europeo di basket. Un obiettivo probabilmente minimo ma non così scontato, visto anche il percorso che ha portato gli azzurri a disputare gli ottavi ad Istanbul. La Finlandia di Markkanen, considerato l’erede naturale di Nowitzki, resta succube dell’ottimo lavoro difensivo degli azzurri, che alla fine portano a casa il match per 70-57. Il miglior realizzatore della serata è Belinelli, che mette a segno ben 22 punti, ma non meno decisivo è Hackett, sempre nel vivo quando servono muscoli e cuore, un difensore di livello assoluto che sa prendere per mano la squadra e portarla fuori dalle secche di un gioco non sempre brillante ed efficace. Datome e “soci” tornaranno in campo mercoledì 13 per sfidare la Serbia che nella partita appena conclusa alla Sinam Erden Arena di Istanbul abbattono l’Ungheria, con il punteggio di 86-77. L’Italia sarà avvantaggiata da un giorno in più di riposo, particolare non trascurabile in un torneo che, visti i ritmi da sostenere, rischia di sfinire nel fisico e nella mente i protagonisti in ballo.
Marco Belinelli commenta così al termine della gara: “Abbiamo giocato tutti una grande partita, siamo stati presenti dall’inizio sia in attacco che in difesa. Dobbiamo essere tutti e 12 aggressivi, siamo una buona squadra in difesa e lo si è visto anche oggi. Speriamo di continuare così. La mia partita? Volevo essere aggressivo come sempre, cerco di far capire che bisogna esserlo usando la testa e facendo le cose giuste. Oltre alla difesa, è andato bene il movimento della palla: è stato positivo aver cercato sempre l’uomo libero”.
Soddisfatto per la presenza numero 100 in Nazionale, anche Daniel Hackett che afferma: “Un’altra buonissima prova di tutti i ragazzi dello spogliatoio, difendere contro questa squadra talentuosa in attacco e tenerla a 57 punti era quello che volevamo fare. Abbiamo avuto un momento di difficoltà quando sono rientrati ma siamo stati ancora una volta compatti. La mia gara? Ci metto grinta, cuore e voglia: sono un giocatore che si scalda quando le partite diventano fisiche”.

Foto: repubblica

Italbasket avanza. Mercoledì contro la Serbia

PRP Channel, SPORT |