Italbasket cede con onore alla Lituania. Martedì la Germania

L’Italbasket ha perso la terza gara del girone agli Europei in corso di svolgimento a Tel Aviv. La squadra di Ettore Messina è stata sconfitta 78-73 dalla Lituania dopo aver vinto all’esordio mercoledì contro Israele e ieri contro l’Ucraina. Miglior realizzatore per gli azzurri Luigi Datome con 24 punti, per la Lituania Juskevicius (20). La quarta gara e’ in programma martedì contro la Germania (ore 17.30). La Lituania si conferma dunque “bestia nera” per l’Italia, ma gli azzurri dimostrano di essere squadra e di poter dire la loro in questo Europeo. “È stata una grande partita e sono fiero di come abbiano giocato i miei ragazzi contro una squadra che aspira a una medaglia” le parole di Ettore Messina alla fine del match. Se con l’Ucraina era stato Marco Belinelli a trascinare il gruppo, questa volta è toccato a Gigi Datome che ha giocato una gara eccellente sia in difesa che in attacco. Il capitano azzurro ha chiuso con 24 punti, con il 59% al tiro e tanta sostanza, mentre i 14 segnati da Belinelli gli permettono di raggiungere e superare il traguardo dei 2000 punti in azzurro, entrando così in un club ristretto di giocatori che hanno fatto la storia della Nazionale. Prima di lui adesso solo sei giocatori del passato: Antonello Riva (3785 punti), Dino Meneghin (2847), Renato Villalta (2277), Pierluigi Marzorati (2209), Renzo Bariviera (2151) e Walter Magnifico (2026). Bene anche Filloy, che ha chiuso con 10 punti, mentre qualche apprensione rimane per Niccolò Melli, che era partito bene (8 punti) ma non ha giocato per l’intero secondo tempo dopo un colpo. “Abbiamo perso Melli nel secondo tempo per il riacutizzarsi di una tendinite al ginocchio e il medico lo ha tenuto a riposo precauzionale ma abbiamo continuato a lottare e questo per noi e’ stato un buon test per capire quanto possiamo competere con squadre di livello -le parole di Messina-. Complimenti alla Lituania per aver tirato benissimo. Purtroppo il secondo quarto da 9 punti ci ha penalizzato ma ora guardiamo avanti alla prossima partita”. Primo quarto da antologia del basket: Italia subito avanti 8-0 e poi ancora 11-2 grazie alle triple di Melli, Belinelli ed Hackett, quindi inizia a giocare anche la Lituania, soprattutto sotto canestro. Risultato: una battaglia sul tiro da tre, che continua a premiare la squadra di Messina (Datome ed ancora Melli) che chiude 5/6 dalla lunga distanza dopo i primi 10′. Ma dall’altra parte è 5/8 con Kuzminskas che ne mette tre di fila e permette comunque alla squadra di Adomaitis di chiudere in parita’ sul 23-23. Tra primo e secondo periodo, però, l’Italia accusa un colpo che la fa barcollare, ma non crollare. Anzi. La Lituania fa un parzialone niente male di 24-4 (da 14-21 per l’Italia a 38-25 Lituania) dominando in lungo e in largo, ma la squadra di Ettore Messina come un pugile in difficoltà cerca di tenere botta e risalire la china. Datome e Filloy si incaricano di segnare le due triple che rimettono in corsa gli azzurri, visto che nel frattempo le percentuali si sono abbassate notevolmente. Si va al riposo sul 41-32 Lituania ma con due piccole cifre da evidenziare: 38% Italia al tiro contro 52% Lituania, 12 rimbalzi Italia contro 24 Lituania. Ma l’Italia e’ in corsa. E nel terzo quarto lo conferma, malgrado Niccolo’ Melli e’ out per precauzione dopo un colpo alla gamba destra. La Lituania tocca anche il massimo vantaggio sul +14 (55-41 di Juskevicius) a 3’55” dal 30′, ma in difesa gli azzurri non mollano di un centimetro e riescono addirittura a vincere il parziale (17-16) anche se rimangono indietro di 8 nel punteggio (57-49).
Grande difesa con Gigi Datome su tutti ancora nell’ultimo periodo, in cui Messina si affida per lo piu’ ad un quintetto piccolo. Gli azzurri, che vincono anche l’ultimo periodo 24-21) arrivano al -6 (65-59 con Belinelli e 68-62 con Filloy) e dopo tre grandi azioni in difesa sbagliano altrettanti attacchi non riuscendo quindi ad agganciare gli avversari, ma soltanto a chiudere sotto di 5 (78-73), che potrebbe comunque servire nel prosieguo per il quoziente punti. Nonostante la sconfitta contro la Lituania il coach dell’Italbasket Ettore Messina è rimasto soddisfatto della prova offerta dai suoi ragazzi. “Abbiamo perso Melli nel secondo tempo per il riacutizzarsi di una tendinite al ginocchio e il medico lo ha tenuto a riposo precauzionale ma abbiamo continuato a lottare e questo per noi è stato un buon test per capire quanto possiamo competere con squadre di livello – ha proseguito il ct degli azzurri – Complimenti alla Lituania per aver tirato benissimo. Purtroppo il terzo quarto da 9 punti ci ha penalizzato ma ora guardiamo avanti alla prossima partita”. Adesso un giorno di riposo per ricaricare le batterie e poi sotto con la Germania, ma l’Italia vista con la Lituania lascia ben sperare.

Foto: la stampa

Italbasket cede con onore alla Lituania. Martedì la Germania

About The Author
-