🎤Marina Militare: la Fregata europea multi missione Carlo Margottini parte per una campagna in Medio Oriente

Views

Martedì 20 febbraio la Fregata Europea Multi Missione (FREMM) Carlo Margottini è salpata dal porto della Spezia per una campagna che la vedrà impegnata in Oceano Indiano, in Mar  Arabico e nell’adiacente Golfo  e prendere parte all’Operazione europea antipirateria Atalanta.

Durante la campagna Nave Margottini farà tappa a Karachi (Pakistan), parteciperà alla Doha International Maritime Defence Exhibition & Conference (DIMDEX 18) in Qatar  ed effettuerà alcune  visite nei porti di Kuwait City (Kuwait), Damman (Arabia Saudita) e negli Emirati Arabi Uniti prima di arrivare a Djibouti nel mese di aprile per assumere il comando dell’Operazione Atalanta.

La dislocazione della FREMM Margottini oltre a garantire la presenza e sorveglianza per la salvaguardia delle linee di  traffico marittimo di interesse nazionale, rientra nelle attività  che la Marina Militare conduce con nazioni alleate e amiche nel settore della cooperazione multinazionale e del dialogo tra i Paesi. Al contempo questa attività permette di garantire una qualificata presenza in Paesi esteri con cui l’Italia intrattiene importanti rapporti politico-diplomatici, economici e di attività di cooperazione militare.

La campagna appena partita costituisce anche un’occasione importante per promuovere in modo integrato il “Sistema Italia” affiancando e supportando le attività delle grandi rappresentanti  dell’industria nazionale.

In questo  quadro si inserisce la partecipazione alla DIMDEX 2018: evento di grande rilievo nel campo delle tecnologie e delle capacità industriali per la difesa nel settore marittimo. Si tratta di un evento giunto alla 6^ edizione nei suoi 10 anni di vita. Al fianco delle attività prettamente commerciali, la DIMDEX è anche una opportunità di stabilire e consolidare contatti con le marine che ogni giorno si trovano ad affrontare per mare le stesse minacce, rischi  e sfide: traffici illeciti, pirateria, sfruttamento illegale delle risorse marine.

La dislocazione medio-orientale di Nave Margottini si completerà con la partecipazione all’operazione Atalanta che, dal 2008, su decisione del Consiglio Europeo, svolge attività di  contrasto alla pirateria marittima nell’area del Corno d’Africa dove, ancor oggi, continua a rappresentare una minaccia per la libertà di navigazione del traffico mercantile e, in particolare, per il trasporto degli aiuti umanitari del World Food Programme.

Approfondimenti:

La fregata Carlo Margottini ha al comando il capitano di fregata Giuseppe Lai, ed è un’unità del programma italo-francese FREMM (Fregata Europea Multi Missione).  È stata varata il 29 giugno 2013 nel cantiere di Riva Trigoso (GE), consegnata alla Marina Militare il 27 febbraio 2014 e ha ricevuto la bandiera di Combattimento il 22 aprile 2016 a Reggio Calabria.

Contraddistinta dal distintivo ottico F 592, secondo la classificazione NATO, è una fregata di nuova generazione caratterizzata dalla possibilità di impiego in vari contesti operativi.  È la terza FREMM e la seconda in versione ASW. Con un equipaggio di 168 uomini e donne, quasi la metà rispetto alle fregate di altre classi, ha un dislocamento di 6700 tonnellate e raggiunge i 27 nodi di velocità.

Nave Margottini ha preso parte:

  • nel 2014, all’Operazione Mare Nostrum;;
  • nel febbraio del 2015 all’esercitazione antisommergibile Smart Hunt, con la Marina tedesca;
  • nel giugno del 2016 all’attività con la Marina degli Stati Uniti per la promozione della Green Fleet;
  • nel maggio 2017 all’esercitazione Mare Aperto 2017.

La nave, infine, ha partecipato a quattro missioni nell’ambito dell’Operazione Mare Sicuro, svolgendo compiti di presenza, sorveglianza e sicurezza marittima e resterà impegnata nel Golfo di Aden fino al prossimo mese di agosto 2018.

 

🎤Marina Militare: la Fregata europea multi missione Carlo Margottini parte per una campagna in Medio Oriente