Messico: un falso allarme ma 36 ore il SISMA più violento degli ultimi 100 anni

Views

“Mercoledì a mezzogiorno è suonata l’allerta anti-sismica ma è stato un falso allarme, quindi ieri a mezzanotte, quando le sirene hanno ricominciato a suonare ho pensato che si trattasse di nuovo di un errore. Poi il pavimento ha preso a muoversi, e ho capito che stavolta il terremoto c’era davvero: è stato forte e lungo”.

Marina è una docente universitaria di origine italiana, che da tempo vive nella capitale messicana. All’agenzia DIRE spiega che da anni ormai le quattro placche tettoniche su cui poggia il Paese, e le relative attività, vengono monitorate tramite il Sistema del “Allerta Sismico messicano (Sasmex)”: una rete di sensori a livello nazionale che permette agli scienziati di avvisare la popolazione delle principali città in caso di terremoti violenti. “Devo dire che funziona molto bene”, dice. Tuttavia mercoledì intorno a mezzogiorno le sirene sono scattate per un errore umano, mentre gli addetti alla manutenzione controllavano l’apparecchio. Una “triste coincidenza”, come scrivono le fonti locali, dato che meno di 36 ore dopo si sarebbe verificato il sisma “più violento degli ultimi 100 anni (magnitudo 8.2), stando al commento del presidente Enrique Pena Nieto. Una casualità che ha attirato molte critiche da parte dei cittadini, che si sono “sfogati” via Twitter. I morti al momento sarebbero 17.

Foto: .ilpost.it

Messico: un falso allarme ma 36 ore il SISMA più violento degli ultimi 100 anni

CRONACA, POLITICA ESTERA, PRP Channel |