Moscovici, UE: “non ci schieriamo in guerra commerciale Usa – Cina”, entro il primo maggio UE esenzione permanente a dazi annunciati da Trump

Views

L’Europa non si troverà in mezzo alla disputa commerciale tra Stati Uniti e Cina, ha detto oggi un alto funzionario europeo, aggiungendo che le esenzioni temporanee dell’Unione europea dalle tariffe statunitensi in acciaio e alluminio dovrebbero diventare permanenti.

Il commissario europeo per gli affari economici e finanziari Pierre Moscovici ha dichiarato che il commercio è stata una delle principali questioni discusse con funzionari americani a margine delle riunioni del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale questa settimana a Washington.

Moscovici ha detto a Reuters di aver incontrato il segretario al commercio U.S. Wilbur Ross, il presidente della Federal Reserve Jerome Powell, il segretario al Tesoro Steven Mnuchin e il consulente economico della Casa Bianca Larry Kudlow.

“Le guerre commerciali sono come tutte le guerre: sono distruttive”, ha detto in un’intervista. “Dobbiamo trovare un atteggiamento morbido nel dibattito che è in corso. Ciò significa innanzitutto trovare una via di mezzo tra gli Stati Uniti e l’UE per … passare da un’esenzione temporanea a un’esenzione definitiva. Stiamo discutendo attivamente in uno spirito abbastanza costruttivo con i nostri amici americani e spero che avremo questa decisione entro il 1 ° maggio”, ha detto, riferendosi alla data in cui scade l’esenzione temporanea per l’UE.

La risentimento della UE è dovuto all’annuncio  il mese scorso del presidente Donald Trump sulla tariffa del 25% sulle importazioni di acciaio e una tariffa del 10% sulle importazioni di alluminio per contrastare quella che ha definito una concorrenza internazionale sleale. A un certo numero di paesi, compresi quelli dell’UE, sono state concesse, tuttavia, esenzioni temporanee.

Trump ha anche annunciato tariffe per i prodotti cinesi, provocando ritorsioni da parte di Pechino e alimentando i timori di una guerra commerciale globale.

Moscovici ha detto che la Cina ha bisogno di implementare riforme e mostrare apertura nel commercio e risolvere la questione della sovracapacità nella produzione di acciaio, ma ha aggiunto che dovrebbe essere fatto attraverso l’Organizzazione mondiale del commercio piuttosto che con una guerra commerciale.

L’Europa non si schiererebbe né con gli Stati Uniti né con la Cina, ha affermato. “Questo non è il modo in cui le cose devono essere affrontate”.

“Scegliere una parte significherebbe entrare nel clima dello scontro e questo non è il modo in cui le cose devono essere gestite. Certamente ci sono squilibri e devono essere affrontati, ci sono problemi e devono essere risolti, ma non attraverso lo scontro “.

Moscovici, UE: “non ci schieriamo in guerra commerciale Usa – Cina”, entro il primo maggio UE esenzione permanente a dazi annunciati da Trump