Sugli scontri di piazza Indipendenza parla Basilone

Views

Il Prefetto di Roma, Paola Basilone, durante un intervista rilasciata al “Corriere della Sera”, facendo un analisi degli scontri avvenuti in piazza indipendenza ha dichiarato che lo sgombero del palazzo di via Curtatone, che ospitava quasi 800 rifugiati “è perfettamente riuscito”, Spiegando le ragioni che hanno dello sgombero ha spiegato: “Si è trattato di un’operazione di cleaning, di riportare l’ordine a piazza Indipendenza, di ristabilire le regole. Altrimenti, mi chiedo, quale sarebbe il mio compito?” ha continuato poi: “adesso il Comune deve fare la sua parte e, insieme agli altri soggetti, assistere i rifugiati come è stato deciso, e ci è stato assicurato proprio dal Campidoglio, nei Comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica che si sono riuniti fino a mercoledì”.

Ritornando poi sugli scontri, il prefetto ha precisato: “Cominciamo col dire che ieri gli aggrediti, fino a prova contraria, sono stati i poliziotti. In quel gruppo di persone da allontanare dalla piazza ce n’erano una trentina che occupavano l’immobile ma che non avevano titoli per ottenere l’assistenza alloggiativa e sanitaria proposta alle altre settanta. Tuttavia con loro c’erano anche tanti altri soggetti infiltrati. Insomma non erano certo rifugiati”.

Sui motivi che ha spinto la Polizia ad usare gli idranti, Basilone, in un intervista rilasciata a “La Repubblica di Roma”, ha detto:  “Dal primo piano sia ieri mattina che due giorni fa hanno iniziato a lanciare bombole del gas piene. È del tutto evidente che in presenza di bombole piene si cerchi di evitare il peggio – l’esplosione appunto – ecco perché l’uso dell’idrante”.

Sugli scontri di piazza Indipendenza parla Basilone