Russia, Turchia e Iran, insieme contro terrorismo e conferenza per la Siria

Views
   

Russia, Turchia e Iran sono risolute a proseguire la cooperazione nella lotta contro il terrorismo e a lavorare per organizzare una conferenza per il dialogo siriano che sia in grado di radunare tutte le fazioni della Siria. E’ quanto dichiarato dal presidente russo, Vladimir Putin nella conferenza stampa organizzata a Sochi al termine del vertice trilaterale sulla Siria a cui hanno preso parte anche gli omologhi di Turchia e Iran, rispettivamente Recep Tayyip Erdogan e Hassan Rohani. Il capo dello Stato russo, parlando alla stampa, ha dichiarato che i tre leader hanno adottato una dichiarazione congiunta sulla cooperazione dei loro paesi nella risoluzione della crisi siriana.

“Il documento definisce le priorità per un’ulteriore cooperazione di Russia, Turchia e Iran incentrata sulla situazione siriana e stabilisce compiti concreti per il futuro”, ha detto Putin. Il presidente russo ha osservato che i tre paesi lavoreranno insieme per fissare una data e la composizione delle delegazioni delle varie fazioni siriane che prenderanno parte a un futuro Congresso nazionale per il dialogo sulla Siria che si terrà sempre a Sochi. “Posso affermare con soddisfazione che i presidenti di Iran e Turchia hanno accolto con favore l’idea di convocare un forum pan-siriano. Si è convenuto di organizzare questo importante evento al giusto livello e di garantire una partecipazione che sia rappresentativa dell’ampio spettro della società siriana. Ai ministeri degli Esteri, della Difesa e dell’intelligence è stato chiesto di lavorare su una data e una composizione del Congresso che si terrà qui a Sochi”, ha detto Putin.

Il presidente Putin ha dichiarato che durante l’incontro con Erdogan e Rohani è stata ribadita l’importanza del mantenimento della sovranità, dell’unità e dell’integrità territoriale della Siria. Secondo il capo dello Stato russo durante il vertice di oggi si è convenuto di promuovere ulteriormente il processo di dialogo di Astana che ha portato alla creazione delle zone di sicurezza in Siria. Il presidente russo ha dichiarato che il futuro della Siria “deve essere determinato dagli stessi siriani” siano essi sostenitori del governo di Damasco o dell’opposizione. Infine per Putin gli accordi tra raggiunti in questi mesi tra Russia, Turchia e Iran hanno contribuito a porre le basi per un processo di pace in Siria e a diminuire le tensioni in Medio Oriente.

Category: MONDO, PRP Channel