Siria, spostatevi stiamo sparando. Intervento con preavviso e i siriani hanno tolto aerei e mezzi militari

Views

Gli Stati Uniti e i loro alleati hanno lanciato più di 100 missili in Siria questa notte in una sola ondata, secondo quanto riferito dal Pentagono, a seguito delle prove che il presidente siriano Bashar al-Assad e’ stato ritenuto responsabile di un attacco con armi chimiche verso i civili, usando gas al cloro.
Il segretario alla Difesa americano Jim Mattis e il generale della marina Joseph Dunford hanno dichiarato che le tre principali installazioni di armi chimiche sono state prese di mira alle 21:00. EST (1 GMT) con missili provenienti sia dal mare che dagli aerei, che hanno poi innescato le difese aeree siriane.
Il Pentagono non ha potuto confermare quanti missili abbiano colpito i loro obiettivi, ma ha detto che non sono stati pianificati altri attacchi.
Mattis e Dunford hanno riconosciuto che l’attacco è stato progettato per degradare la capacità delle armi chimiche della Siria senza uccidere civili o i numerosi soldati stranieri impegnati nella guerra civile multilaterale della Siria, in particolare quelli dalla Russia.
“Abbiamo identificato in modo specifico questi obiettivi per mitigare il rischio che le forze russe siano coinvolte”, ha detto Dunford ai giornalisti, aggiungendo che gli Stati Uniti hanno riferito alla Russia solo dello spazio aereo che sarebbe stato utilizzato nel lancio di missili. Mattis ha riconosciuto che gli Stati Uniti hanno condotto gli attacchi solo dopo le prove evidenti che il gas di cloro è stato utilizzato nell’attacco del 7 aprile in Siria.
Le accuse sull’uso di cloro di Assad sono frequenti nel conflitto siriano, sollevando dubbi sul fatto che Washington sia intervenuta solo ora.
L’anno scorso, gli Stati Uniti hanno agito da soli in Siria dopo aver provato che era stato usato  gas mortale di sarin. Alcuni media statunitensi avevano detto che Washington era convinta che Assad avesse usato il sarin il 7 aprile scorso. Mattis, tuttavia,  ha detto che la prova del sarin e’ stata finora non effettivamente trovata.
“Siamo convinti, invece, che sia stato usato il cloro e  stiamo escludendo il sarin in questo momento”, ha detto Mattis.
Il Pentagono ha detto che uno degli obiettivi era un centro di ricerca scientifica situato nell’area più grande di Damasco, che ha descritto come un centro siriano per la ricerca, lo sviluppo, la produzione e il collaudo di armi chimiche e biologiche.
Il secondo obiettivo era un deposito di armi chimiche ad ovest della città di Homs.
“Valutiamo che questa era la sede principale del sarin siriano e dell’apparecchiatura di produzione, ha affermato Dunford.
Il terzo obiettivo, che era anche vicino a Homs, conteneva sia un deposito di attrezzature per armi chimiche che un posto di comando.
Funzionari degli Stati Uniti hanno detto che finora non c’erano indicazioni che le difese aeree siriane avessero sparato ad aerei o navi occidentali.
“Siamo stati molto precisi e proporzionati”, ha detto Mattis. “Ma allo stesso tempo è stato un duro colpo”.
L’anno scorso 59 missili da crociera Tomahawk sono stato sparati dai cacciatorpediniere missilistici USS Porter e dalla USS Ross.
Tra gli obiettivi di questo attacco c’erano aerei siriani, rifugi per aeromobili, impianti di stoccaggio di petrolio e logistici, bunker di rifornimento di munizioni, sistemi di difesa aerea e radar.
All’epoca, il Pentagono affermò che un quinto dell’aeronautica operativa della Siria era stato danneggiato o distrutto.
I militari della Siria comunque hanno spostato aerei e altri beni militari nei giorni precedenti l’attacco di questa notte, tuttavia Dunford ha detto  che non crede che avessero spostato anche  i materiali delle armi chimiche.

Siria, spostatevi stiamo sparando. Intervento con preavviso e i siriani hanno tolto aerei e mezzi militari

MONDO, PRP Channel |