Vertice Putin Macron, d’accordo su tutto

Views

Il presidente russo Vladimir Putin e il suo omologo francese Emmanuel Macron ieri hanno cercato di trovare una causa  nel loro comune disagio per le azioni del presidente americano Donald Trump sull’Iran, il cambiamento climatico e il commercio internazionale.
La Francia è in disaccordo con il Cremlino per la sua annessione della Crimea dall’Ucraina quattro anni fa e le accuse secondo cui Mosca si sarebbe intromessa nelle elezioni  presidenziali francesi  a sostegno di uno degli oppositori di Macron.
Ma c’erano solo fugaci segnali di quelle differenze quando Macron incontrò Putin al Forum economico internazionale di San Pietroburgo, una vetrina annuale per gli investimenti in Russia che il leader russo ospita nella sua città natale.
Invece, i due leader si sono concentrati sulle preoccupazioni per il futuro di un accordo multinazionale sul programma dell’accordo nucleare iraniano, ora in pericolo dopo le dichiarazioni di  Trump.
Il ritiro di Washington dal patto solleva la prospettiva che le compagnie russe o francesi che intrattengono rapporti commerciali con l’Iran potrebbero essere colpite da sanzioni unilaterali statunitensi.
Parlando a una sessione di domande e risposte di fronte a un pubblico di dirigenti aziendali e funzionari russi, Putin ha detto che il ritiro degli Stati Uniti è dannoso e controproducente.
Ha anche inveito contro gli Stati Uniti che applicano  le loro leggi oltre i suoi confini per punire le compagnie straniere. “Questo è inaccettabile e deve finire”, ha detto. Macron, che si era recato a Washington in un tentativo infruttuoso per persuadere Trump a mantenere fede all’accordo con l’Iran, non ha criticato esplicitamente il leader degli Stati Uniti.
Ha detto di avere una relazione forte con Trump, ma ha riconosciuto che ci sono “questioni su cui abbiamo delle differenze”.
Ha detto che avrebbe cercato di convincere Trump a tornare ai colloqui sul programma nucleare iraniano, ed era anche critico nei confronti della decisione di Trump di spostare l’ambasciata degli Stati Uniti in Israele a Gerusalemme, al passo con la posizione della maggior parte dei governi europei.
“Non era auspicabile”, ha detto Macron, aggiungendo che la mossa dell’ambasciata ha contribuito a scatenare scontri fatali tra i manifestanti palestinesi e le forze di sicurezza israeliane.

Durante la sessione di incontri, Macron e’ sempre stato seduto  accanto a Putin, chiamandolo “Caro Vladimir”.
Macron ha detto che Trump ha, di fatto, perso l’opportunita’ si una discussione internazionale sull’accordo sui cambiamenti climatici a Parigi perché il consenso internazionale a sostegno dell’accordo.
L’amministrazione di Trump lo scorso mese ha imposto sanzioni a una serie di importanti compagnie russe. Il passo ha anche danneggiato le aziende europee e di altri paesi internazionali che hanno dovuto interrompere i legami commerciali con le entità sanzionate per timore di un’azione punitiva da parte di Washington.
Mentre si sedeva a fianco di Putin, Macron ha riferito ripetutamente dellanecessità di stabilire “la sovranità finanziaria europea” – un colpo alle economie europee sul sistema finanziario degli Stati Uniti.
Macron e’ arrivato  a San Pietroburgo con una filta delegazione di dirigenti francesi desiderosi di firmare accordi con la Russia, nonostante le nuove sanzioni statunitensi.
Putin ha accusato gli Stati Uniti di minare le regole del commercio globale usando le sanzioni come un’arma nella sua spinta verso il protezionismo.
Il leader russo ha sottolineato la presenza di un gran numero di dirigenti stranieri all’evento come prova del fatto che le sanzioni statunitensi non hanno raggiunto il loro obiettivo.

Vertice Putin Macron, d’accordo su tutto

MONDO, PRP Channel | 0 Comments

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>