Rinviata la visita del ministro Esteri francese in Iran

Views

La visita del ministro degli Esteri francese in Iran, prevista per il 5  e 6 gennaio è stata rinviata a data da destinarsi. La decisione è stata presa dal presidente francese Emmanuel Macron e il suo omologo iraniano, Hassan Rouhani, nel corso di una conversazione telefonica, avvenuta ieri.

Macron, nel corso della conversazione telefonica, ha inoltre chiesto a Teheran di mostrare “moderazione” nel trattare con i manifestanti e ha espresso a Rouhani la propria “preoccupazione” per il “numero delle vittime correlate agli eventi” degli ultimi giorni.

L’intervento duro e deciso delle autorità per fronteggiare le diverse manifestazioni organizzate in varie province del paese per esprimere il dissenso sull’aumento dei prezzi evidenziando la difficile situazione economica del popolo iraniano, ha provocato finora almeno 21 morti tra cui 16 manifestanti.

Durante la sua visita, Le Drian avrebbe dovuto tenere colloqui con diversi alti funzionari iraniani, tra cui il suo omologo Mohammad Javad Zarif, su vari temi internazionali e bilaterali. Argomento centrale sarebbe stato l’accordo sul nucleare iraniano, firmato a Vienna nel 2015 da Iran, Cina, Francia, Russia, Regno Unito, Stati Uniti, Germania e Unione europea, in cui Parigi vorrebbe inserire una clausola riguardante il programma missilistico di Teheran, un’eventualità sempre respinta dal regime degli ayatollah. Il 12 dicembre scorso, Le Drian aveva accusato l’Iran di voler estendere la propria influenza attraverso la Siria fino al mar Mediterraneo, ritagliandosi “un asse” di influenza in Medio Oriente. Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Bahram Qassemi aveva però criticato il ministro francese, sostenendo come “la Francia abbia una visione univoca e faziosa riguardo le crisi e le catastrofi umanitarie in corso in Medio Oriente”.

Rinviata la visita del ministro Esteri francese in Iran

MONDO, PRP Channel, Sicurezza |